Questo sito contribuisce alla audience de

Paris parte col 7 nella prima discesa di Beaver Creek: alle 18.15 la grande sfida sulla "Birds of Prey"

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Paris parte col 7 nella prima discesa di Beaver Creek: alle 18.15 la grande sfida sulla "Birds of Prey"

La startlist del primo appuntamento per il trittico in Colorado: "Domme" guida nove azzurri, ma lottare per il podio contro Kilde (n° 8), Mayer (9), Kriechmayr (12), Feuz (13), Odermatt (14) e Crawford (19) sarà tosta.

Cominciano le grandi sfide alla “Birds of Prey”, una delle piste più belle della Coppa del Mondo maschile, pronta ad accogliere i jet della velocità già quest'oggi per la prima delle due discese consecutive in programma.

Le previsioni meteo sono buone per partire regolarmente alle ore 18.15 italiane (le 10.15 locali), con diretta tv su Eurosport 2 e Rai Sport, in un contesto tecnico di elevatissimo livello che proporrà solo in parte i nomi dei protagonisti visti sabato scorso a Lake Louise.

Tra questi certamente Aleksander Aamodt Kilde, pettorale rosso dopo la vittoria all'esordio, ma che rischia di non essere al 100% causa uno stato influenzale che solo da ieri, con una buona seconda prova, il norvegese sembra aver cominciato a smaltire.

AAK partirà col pettorale n° 8, subito dopo Daniel Hemetsberger (6), che pare veloce anche qui, e Dominik Paris (n° 7), mai a podio in discesa sulla Birds of Prey, abbastanza lontano nei due giorni di training ma bisognoso di punti importanti per rimanere aggrappato ai grandi rivali prima di tornare in Europa, dopo lo “zero” di Lake Louise.

Il primo dei nove azzurri al cancelletto di partenza (gli esclusi dopo le prove sono Buzzi e Franzoso) sarà però Matteo Marsaglia, col pettorale n° 2 dopo “Oti” Striedinger, prima del trittico di tedeschi formato da Schwaiger, Ferstl e Dressen. Dopo Kilde, ecco colui che ieri ha impressionato in prova e, seppur non abbia mai trionfato a Beaver Creek, trova il terreno per scatenarsi. Parliamo di Matthias Mayer, che scatterà col n° 9 prima di Cochran-Siegle, Clarey e dell'iridato Kriechmayr, 2° alle sue spalle nell'ultimo allenamento e pericolosissimo come Beat Feuz, che sa come si vince in Colorado ma forse non è ancora al 100% della sua condizione.

Oggi ne sapremo di più sul campione olimpico, 5° a Lake Louise, mentre Marco Odermatt, col numero 14, andrà alla ricerca dell'attesissimo primo successo in discesa. La Birds of Prey propone al fenomeno elvetico le condizioni per farcela.

Se appare difficile vedere Hintermann e Baumann in lotta per un grande risultato, attenzione col n° 17 e il 19 a Christof Innerhofer e James Crawford: brillanti in prova, anche se l'altoatesino deve aggiustare la seconda parte di pista, mentre il canadese pare avere già le idee molto chiare e dovrà riscattare il disastro combinato in partenza nell'opening di sei giorni fa.

Dopo i venti, ecco Sejersted (22), ieri quarto crono, ma soprattutto con il 30 Mattia Casse, quarto azzurro al via e qui in grado di potersela giocare. Lo stesso obiettivo di “Gugu” Bosca (pettorale 35), velocissimo sul muro della Birds of Prey in prova, seguito poi da Nicolò Molteni con il n° 36, da Florian Schieder (53), Pietro Zazzi (57) e Giovanni Franzoni, 59esimo dei 64 iscritti e con il focus sui primi punti in CdM da ottenere nella disciplina. Può farcela.

 

CLICCA QUI PER LA STARTLIST COMPLETA

 

DISCESA MASCHILE – BEAVER CREEK

 

Startlist: 1 Striedinger, 2 Marsaglia, 3 Schwaiger, 4 Ferstl, 5 Dressen, 6 Hemetsberger, 7 Paris, 8 Kilde, 9 Mayer, 10 Cochran-Siegle, 11 Clarey, 12 Kriechmayr, 13 Feuz, 14 Odermatt, 15 Hintermann, 16 Baumann, 17 Innerhofer, 18 Bennett, 19 Crawford, 20 Ganong, 30 Casse, 35 Bosca, 36 Molteni, 53 Schieder, 57 Zazzi, 59 Franzoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
117
Consensi sui social

Ultimi in scialpino

La Francia per i Mondiali di casa: Pinturault (che salterà Chamonix) leader del team maschile con Noel e Clarey

La Francia per i Mondiali di casa: Pinturault (che salterà Chamonix) leader del team maschile con Noel e Clarey

Le scelte della nazionale transalpina che affronterà la rassegna di Courchevel Méribel: Alexis, praticamente sulle nevi di casa, a caccia di un'altra medaglia in combinata, prima di riprovarci in super-g e gigante. Faivre, doppio titolo iridato a Cortina, cercherà il colpaccio come Worley, punta di una squadra femminile che conta anche su Miradoli.