Questo sito contribuisce alla audience de

Odermatt si salva per miracolo e vince ancora, sono 12 in fila in gigante! De Aliprandini e Vinatzer sono 4° e 5°

aaaaaa foto
Info foto

2024 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Odermatt si salva per miracolo e vince ancora, sono 12 in fila in gigante! De Aliprandini e Vinatzer sono 4° e 5°

Il gigante bis di Aspen vede l'elvetico firmare un'altra impresa, sul podio alle sue spalle salgono Meillard e Haugan, con Steen Olsen che la butta via. Altra grande gara degli azzurri, esce ancora Della Vite (così come Borsotti e Zingerle).

Era praticamente fuori, sul primo muro della “Strawpile” che l'ha fatto tanto tribolare in questi due giorni, ma che ha domato nuovamente con un doppio miracolo.

Marco Odermatt è qualcosa di straordinario e, anche su una pista e una neve, quella di Aspen, che ha dimostrato di non amare troppo, è andato a firmare un'altra doppietta per continuare la folle striscia di vittorie consecutive in gigante (in carriera sono 37 e sono 13 in questo 2023/24, ora ne basta una per una cifra mai raggiunta nella storia): siamo a 9 su 9 in stagione, 12 considerando le ultime tre della precedente e quindi -2 dal primato leggendario di Ingemar Stenmark, che potrebbe raggiungere tra Kranjska Gora e le finali di Saalbach.

Ancora una volta, le dieci porte conclusive sono state quelle che hanno deciso tutto, con il rush finale di “Odi” semplicemente devastante, guadagnando oltre mezzo secondo su Loic Meillard che finisce così di nuovo secondo, come ieri, battuto di 34 centesimi lui che era davanti al compagno di 23 dopo la 1^ manche, comandata però da Alexander Steen Olsen che, ancora davanti di quasi mezzo secondo nel cuore della manche decisiva, sbaglia tutto e finisce addirittura diciassettesimo, gettando una chance enorme per il primo trionfo nella specialità (e il primo del team norge a livello maschile, si rischia un record negativo dopo 36 stagioni).

Seconda manche solo in parte condizionata dal vento (ma nelle prossime ore arriverà tanta neve e lo slalom di domenica potrebbe anche essere a rischio) e che porta Timon Haugan, 5° dopo la prima a 6 decimi dal connazionale Steen Olsen, al primo podio in carriera a livello di gigante e che il talento scandinavo toglie per un solo decimo a Luca De Aliprandini.

Che gara quella del trentino, 4° dopo il 5° di gara-1, ma pure con qualche rimpianto perchè a metà 2^ manche c'è stato un errore importante di Luca, che assieme ad Alex Vinatzer (altra birra vinta da De Aliprandini, di nuovo appena davanti al gardenese) porta l'Italgigante ai piedi del podio per una doppietta di sfide in Colorado di altissimo livello. Sesto 24 ore prima, “Vinny” fa ancora meglio perchè dopo essersi piantato nella manche inaugurale, lasciando praticamente un secondo sul piatto nel tratto a lui più congeniale, si inventa una seconda magistrale, miglior tempo assoluto e da 14° (con 1”58 di ritardo) a 5° (a 1”15, 47 centesimi da De Aliprandini), nuovamente miglior risultato nella specialità per Alex e in generale della sua stagione.

Alle finali vedremo entrambi, mentre sono a rischio (ma ancora più fattibili) per Della Vite e Borsotti, fuori nella seconda manche dopo una discreta prima (erano 12° e 20°) e un po' in difficoltà in questo periodo, così come è arrivato uno “zero” pesante per Hannes Zingerle, che era 18° e ha visto svanire tutto quando stava davvero viaggiando per un bel risultato.

In sesta piazza c'è Zubcic, lontano parenti di quello visto qualche mese fa seppur oggi tornato là davanti, stesso discorso per Kranjec 7°, con Tumler 8° dopo due quarti posti davanti a McGrath e all'ennesimo svizzero in top ten (sono quattro), Gino Caviezel che risale per il 10° finale, anticipando Brennsteiner (miglior austriaco), Schmid, un amaro Kristoffersen (da 8° a 13°), Raschner e Favrot.

 

CLICCA QUI PER IL RISULTATO COMPLETO DELLA GARA

 

GIGANTE MASCHILE – ASPEN

 

Marco Odermatt in 2'03”20

Loic Meillard + 0”34

Timon Haugan + 0”58

Luca De Aliprandini + 0”68

Alex Vinatzer + 1”15

6° Filip Zubcic + 1”23

7° Zan Kranjec + 1”36

8° Thomas Tumler + 1”40

9° Atle Lie McGrath + 1”51

10° Gino Caviezel + 1”81

DNF2 Filippo Della Vite

DNF2 Hannes Zingerle

DNF2 Giovanni Borsotti

DNQ Simon Talacci

DNQ Tobias Kastlunger

© RIPRODUZIONE RISERVATA
681
Consensi sui social