Questo sito contribuisce alla audience de

A Santa Caterina Valfurva domina l'Austria nel super-g che apre la combinata: Bosca il miglior azzurro

A Santa Caterina Valfurva domina l'Austria nel super-g che apre la combinata: Bosca il miglior azzurro
Info foto

pg fb Guglielmo Bosca

Sci Alpinocoppa europa maschile

A Santa Caterina Valfurva domina l'Austria nel super-g che apre la combinata: Bosca il miglior azzurro

Sulla "Deborah Compagnoni" la terza tappa della Coppa Europa maschile. "Gugu" si difende e chiude sesto, ma a quasi un secondo e mezzo da Koeck. Slalom decisivo alle ore 13.30.

E' l'Austria a dominare la manche d'apertura della prima combinata alpina nella stagione di Coppa Europa 2019/2020 per quanto riguarda il settore maschile.

Santa Caterina Valfurva ha accolto il circuito continentale, per la sua terza tappa dopo Funesdalen e Trysil, con uno spettacolare super-g della “Deborah Compagnoni”, che verrà abbinato alla manche di slalom programmata alle ore 13.30 per assegnare il successo della prima delle due gare in Alta Valtellina, visto che domani (ore 10.00) si correrà un super-g “singolo”.

Niklas Koeck è nettamente al comando dopo la prova di velocità: il 27enne tirolese (12 pettorali in Coppa del Mondo) ha rifilato rispettivamente 75 e 77 centesimi ai connazionali Manuel Traninger e Raphael Haaser, con lo sloveno Debelak distanziato di 1”02 e il francese Loriot di 1”03.

Gli azzurri? Il migliore è risultato Guglielmo Bosca, già sul podio nel super-g FIS di Zinal, al rientro dopo due anni di stop; per il milanese 6° posto parziale, ma a 1”41 da Koeck e davanti di un paio di decimi a Matteo Vaghi, 8° a 1”63. Troviamo poi Pietro Zazzi, 12° a 1”79, Nicolò Molteni 14° a 1”98 e Davide Cazzaniga 17° a 2”09, certo non ancora al meglio dopo l'infortunio che l'ha privato della possibilità di sfruttare nelle gare nordamericane di Coppa del Mondo il posto fisso conquistato proprio la scorsa annata nel circuito continentale.

Non hanno centrato la top 30, ma andranno comunque a caccia di qualche punto nella seconda manche (pur non trattandosi di specialisti tra i rapid gates), velocisti attesi come Henri Battilani, Alexander Prast, Florian Schieder e Federico Paini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
53
Consensi sui social