Venerdì 17 Novembre, 18:45
Utenti online: 2595
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Viktoria Rebensburg trionfa nel gigante di Sölden davanti a Tessa Worley, terza una bravissima Manuela Moelgg

Viktoria Rebensburg trionfa nel gigante di Sölden davanti a Tessa Worley, terza una bravissima Manuela Moelgg

Sfuma ancora una volta il sogno di Manuela Moelgg di vincere la sua prima gara in Coppa del Mondo ma l’altoatesina di San Vigilio di Marebbe, alla sua quattordicesima presenza da queste parti, è stata ugualmente bravissima classificandosi terza nel gigante femminile di Sölden dietro solamente a due grandissime campionesse, Viktoria Rebensburg e Tessa Worley.

Per la tedesca, terza al termine della prima manche, è la quattordicesima vittoria in Coppa, la dodicesima in gigante, la seconda sul Rettenbach proprio dove aveva vinto per la prima volta nel 2010 guarda caso anche allora con Manu terza. Per la francese detentrice della coppa di specialità, seconda a 14 centesimi, è finalmente il primo podio a Sölden dopo il sesto posto a metà gara, per Manu, staccata di 53 centesimi dalla vincitrice, non c’è rammarico malgrado fosse in testa al mattino, per lei è il dodicesimo podio, tanti quanti Paolo De Chiesa, anche lui senza vittorie, in campo maschile, e il sesto terzo posto e il decimo top three in gigante.

Una fantastica Stephanie Brunner ha salvato l’onore dell’Austria rimontando dal nono al quarto posto eguagliando il suo miglior risultato in Coppa ottenuto proprio sul ghiacciaio tirolese dodici mesi fa, prima presenza tra le top ten in gigante per una altrettanto grande Wendy Holdener, la svizzera si è piazzata sesta rimontando dal dodicesimo posto, è scesa invece dal secondo al quinto posto a causa di almeno un errore piuttosto grave la statunitense Mikaela Shiffrin.

Chiudono la top ten la norvegese Ragnhild Mowinckel, settima, la sua giovane connazionale Kristin Lysdahl, ottava e al suo primo top ten nel Circo Rosa così come la slovena Tina Robnik, nona ex-aequo con la rediviva svedese Sara Hector. Primi punti in Coppa del Mondo per la giovane giapponese Asa Ando, venticinquesima, è caduta apparentemente senza conseguenze per aver incrociato gli sci sul muro centrale la promettente svizzera Mélanie Meillard, settima a metà gara, fuori anche Tina Weirather che era quinta.

Le altre azzurre: va finalmente a punti all’ottava gara di Coppa del Mondo Laura Pirovano, la 19enne trentina di Spiazzo si è classificata diciannovesima rimontando dalla ventottesima (col sesto tempo di manche!), quattordicesima da diciannovesima e ventisettesima da trentesima le sorelle valtellinesi Irene ed Elena Curtoni. Il prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo femminile è per lo slalom di Levi di sabato 11 novembre.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA