Martedì 21 Novembre, 15:06
Utenti online: 1327
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Fisi Pentaphoto

Manuela Moelgg in testa alla prima manche del gigante di Sölden! Fuori Marta Bassino e Sofia Goggia

Manuela Moelgg in testa alla prima manche del gigante di Sölden

E’ Manuela Moelgg a chiudere in testa la prima manche del gigante femminile di apertura di Coppa del Mondo di Sölden, la cui partenza è stata abbassata all’ultimo tratto del falsopiano iniziale a causa delle forti raffiche di vento alle spalle che comunque soffiavano anche nella parte bassa.

La veterana della squadra azzurra ha disputato una prova senza grossi errori ma sempre all’attacco, specialmente all’inizio, e ha preceduto di 12 centesimi la statunitense Mikaela Shiffrin, che diventa l’automatica favorita per la vittoria, di 33 la tedesca Viktoria Rebensburg che ha commesso un errore prima del piano finale, di 35 la rediviva svedese Sara Hector, di 55 la liechtensteiniana Tina Weirather e di 64 la francese Tessa Worley, letteralmente ferma sul piano finale. La lotta per la vittoria è comunque apertissima, figuriamoci quella per il podio.

Quella che ha sciato meglio di tutte nei primi tre quarti di manche è stata Marta Bassino che però subito dopo il secondo intermedio ha preso una raffica di venti che le ha fatto prendere una velocità pazzesca, lì c’era un angolo e la cuneese non ha potuto far altro che finire fuori, esattamente come Sofia Goggia, che aveva il quarto secondo miglior intermedio dietro a Bassino, Rebensburg e Moelgg.

Settima la sempre bravissima svizzera Mélanie Meillard, ottava col 26 la norvegese Kristin Lysdahl, rivelazione della scorsa Coppa Europa, nona l’austriaca Stephanie Brunner e decima la norvegese Ragnhild Mowinckel: questa la chiusura della top ten provvisoria. Fuori nello stesso punto di Bassino e Goggia la rientrante Lara Gut mentre Lindsey Vonn si è beccata oltre 3 secondi da Manu Moelgg chiudendo trentaquattresima.

Le altre azzurre: altre tre sono qualificate per la seconda manche, diciannovesima Irene Curtoni, ventottesima Laura Pirovano alla sua prima qualificazione tra le prime trenta, giusto trentesima Elena Curtoni che ha fatto un miracolo a essere qui e a qualificarsi. Quaranteacinquesima e cinquantaduesima le due esordienti Jole GalliLuisa Bertani.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA