Questo sito contribuisce alla audience de

Shiffrin-Bassino-Gisin, poi il resto del mondo nella prima di Kranjska Gora: lontane Vlhova e Brignone

Shiffrin-Bassino-Gisin, poi il resto del mondo nella prima di Kranjska Gora: lontane Vlhova e Brignone
Info foto

Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Shiffrin-Bassino-Gisin, poi il resto del mondo nella prima di Kranjska Gora: lontane Vlhova e Brignone

La statunitense torna davanti e precede di 3 decimi Marta e di 44 centesimi l'elvetica. Fede a quasi 2 secondi, anche la leader di coppa in difficoltà. Molto bene Goggia, sesta a 1"08. Sono sei le azzurre qualificate.

La leggerezza della sciata. Quella che fa la differenza su una Podkoren anche oggi di “vetro” e porta là davanti a tutte Mikaela Shiffrin e Marta Bassino, dopo la prima manche del gigante bis di Kranjska Gora, quinto appuntamento stagionale di specialità.

L'azzurra, dominatrice ieri, ha tutte le possibilità di firmare il clamoroso poker, anche se a metà gara la fuoriclasse statunitense la precede di 3 decimi; partita col pettorale numero 1, Mikaela cambia completamente atteggiamento rispetto alla disastrosa (per lei) seconda manche di ieri e torna fluida e leggera come una piuma. Quella piuma che è Marta (partita subito dopo Shiffrin), oggi con qualche difficoltà in più di tenuta, ma comunque solidissima per chiudere seconda, davanti di 14 centesimi a Michelle Gisin.

Ieri al primo podio tra le porte larghe, l'elvetica è bellissima anche oggi e vanta oltre mezzo secondo di margine su Tessa Worley: attenzione alla francese, che in vista della 2^ manche (in programma alle ore 12.15, con tracciatura italiana affidata a Paolo Deflorian) potrà attaccare a tutta per rimontare come ieri, pagando 96 centesimi per un grave errore sul piano precedente il muro conclusivo, con una rotazione che le costa davvero tanti decimi e la chance di rimanere assieme alle prime tre della classifica, seguite da Meta Hrovat che è quarta a + 0”86.

In sesta posizione, partita col pettorale 15, una buonissima Sofia Goggia, velocissima sino all'attacco del muro finale e alla fine sesta, a 1”08 da Shiffrin; settima e distante 1”27, ecco Lara Gut-Behrami che mette giù una buona manche e si piazza 16 centesimi davanti a Petra Vlhova, decisamente in difficoltà e solo ottava, un decimo meglio di Alice Robinson (9^ a + 1”53). Chi paga dazio, ancor più della prima manche di ieri, è una Federica Brignone che soffre e si ritrova 12esima a 1”93, pur senza commettere particolari errori, ma grattando tanto, troppo sul ghiaccio della Podkoren. Davanti a lei a completare la top ten c'è Maryna Gasienica-Daniel, gran conferma col pettorale 25 a + 1”71, con Wendy Holdener (ieri fuori) a 1”89 dalla vetta.

Enormi le difficoltà di casa Austria, con Siebenhofer che risulta ancora la migliore, dopo il fantastico 7° posto del primo gigante, ma è 13esima a 2”42, davanti alla giovane Scheib (di nuovo bravissima e 14esima a 2”78) e Liensberger (+ 2”85), con Truppe oltre i 6 secondi e Gritsch, Haaser e Brunner (seconda uscita in 24 ore) fuori. Tanta amarezza quella per Adriana Jelinkova, caduta sul primo muro e portata via in toboga per un problema al ginocchio (con interruzione della gara per quasi 20 minuti), proprio quando la neerlandese stava vivendo il miglior momento della carriera, in continua ascesa.

Le altre azzurre: Elena Curtoni fa un passo indietro rispetto a ieri e chiude la 1^ manche in 24esima posizione, ma con 3”54 di distacco, preceduta da una bravissima Roberta Midali, alla prima qualificazione con un gran 21° crono (+ 3”40) col pettorale 50. Ce la fa anche Roberta Melesi, 29esima a 4”19, e sono quindi sei le azzurre in corsa per la manche decisiva.

Nulla da fare per Cillara Rossi, a quasi 6 secondi, per Pirovano che sbaglia nel finale e conclude oltre i 10 secondi, mentre è uscita di scena Luisa Bertani.

 

CLASSIFICA 1^ MANCHE GIGANTE FEMMINILE KRANJSKA GORA

 

Mikaela Shiffrin in 1'10”42

Marta Bassino + 0”30

Michelle Gisin + 0”44

Meta Hrovat + 0”86

5° Tessa Worley + 0”96

6° Sofia Goggia + 1”08

7° Lara Gut-Behrami + 1”27

Petra Vlhova + 1”43

9° Alice Robinson + 1”53

10° Maryna Gasienica-Daniel + 1”71

12° Federica Brignone + 1”93

21° Roberta Midali + 3”40

24° Elena Curtoni + 3”54

29° Roberta Melesi + 4”19

40° Valentina Cillara Rossi + 5”97

43° Laura Pirovano + 10”42

DNF1 Luisa Bertani

© RIPRODUZIONE RISERVATA
166
Consensi sui social

SCARPONI, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Nidecker scarponi ranger boa®

MAXISPORT

NIDECKER - scarponi ranger boa®

119.95 €

gli scarponi da snowboard nidecker ranger boa ® da uomo sono la scelta ideale per tutti i riders in evoluzione che cercano un prodotto versatile del flex...