Sabato 16 Novembre, 21:57
Utenti online: 401
Max Valle
Max Valle
Giornalista

foto di Getty Images

Mirjam Puchner trionfa nella discesa di Soldeu, a Nicole Schmidhofer la coppa di specialità

Mirjam Puchner trionfa nella discesa di Soldeu, a Nicole Schmidhofer la coppa di specialità

Nella discesa femminile delle finali di Coppa del Mondo di Soldeu secondo successo in carriera nella specialità per l’austriaca Mirjam Puchner che aveva già trionfato in quella delle finali del 2016 a St. Moritz.

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

L’Austria completa così una stagione di Coppa del Mondo trionfale in discesa avendo vinto 6 gare su 8 e con Nicole Schmidhofer che con l’undicesimo posto di oggi vince la sua prima coppa di specialità davanti alle connazionali Stephanie Venier, ottava, e Ramona Siebenhofer, l’unica che poteva insidiare Schmidhofer ma che oggi ha commesso un gravissimo errore arrivando diciannovesima e ultima di quelle che hanno tagliato il traguardo. Seconda a 3 centesimi la tedesca Viktoria Rebensburg, al sesto podio in discesa senza vittorie, sia lei che Puchner hanno beneficiato di una visibilità migliore rispetto alle altre. Terza a 8 centesimi la svizzera Corinne Suter che finalmente può festeggiare un podio dopo non aver potuto farlo a Crans-Montana, ma la Svizzera femminile non vince in Coppa del Mondo da ben 44 gare.

Brave le azzurre anche se il podio non è arrivato per 14 centesimi: quarta Nadia Fanchini, scesa appena prima di Puchner ma non con la sua visibilità, sesta Sofia Goggia e settima Nicol Delago che invece l’hanno avuta ma la bergamasca a causa del vento non è stata lei fino a due terzi di gara mentre la gardenese ha perso nel tratto più tecnico nel finale. Più indietro, quattordicesima, Federica Brignone. Quinta l’austriaca Tamara Tippler, al miglior risultato eguagliato in discesa, nona la tedesca Kira Weidle, decima la liechtensteiniana Tina Weirather. Non sono arrivate al traguardo l’austriaca Cornelia Huetter, che purtroppo è stata portata via in toboga con un probabile infortunio al ginocchio, e la svizzera Joana Haehlen, che ha rischiato grosso all’uscita da un salto ma si è salvata dalla caduta grazie alla sua potenza quasi incredibile per un’atleta non certo tra le più alte come lei. Domani si comincerà col superG femminile alle 10,30, quindi quello maschile alle 12.

© RIPRODUZIONE RISERVATA