Domenica 20 Gennaio, 16:31
Utenti online: 2710
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Alexandra Beier - Bongarts

Maria Riesch ha deciso: si ritira

Maria Riesch ha deciso: si ritira

In una conferenza stampa a Monaco di Baviera nel corso della quale le è stata assegnata la coppa del mondo di discesa la tedesca Maria Riesch ha annunciato il ritiro dall'attività agonistica. Lo sci alpino perde una delle sue più grandi protagoniste degli ultimi anni e un'autentica signora dentro e fuori dalle piste che non meritava di terminare una grandissima carriera con la caduta nella discesa delle finali di Lenzerheide che l'ha messa fuori gioco per quella che avrebbe potuto essere la sua seconda Coppa del Mondo generale.

"Non è stata una decisione facile da prendere - ha detto Maria -. Ho dato tutto per vincere un'altra medaglia olimpica, lavorando duro per raggiungere di nuovo questo sogno. Averlo fatto nella supercombinata è stato un grosso sollievo per me. Sono del parere che si debba smettere quando si è ancora al top". Poi su Twitter ha aggiunto: "Ho preso la mia decisione. E' un buon momento per completare la mia carriera e iniziare una nuova tappa della mia vita. Grazie per il vostro grande supporto".

Nata il 24 novembre 1984 a Garmisch-Partenkirchen, Maria Riesch mette gli sci ai piedi a tre anni e a cinque entra a far parte dello Sci Club Partenkirchen. Le prime gare FIS, due giganti, le disputa a Cavalese nel dicembre 1999, le prime le vince tre mesi più tardi, due slalom a Lenggries mentre in Coppa Europa esordisce nel febbraio 2000. Non ottiene risultati di rilievo nei suoi primi Mondiali juniores ma nel 2001 a Verbier vince il bronzo in discesa e l’argento in superG cui seguiranno nel 2002 l’oro in superG a Tarvisio e l’argento in slalom a Sella Nevea, nel 2003 il bronzo in gigante e l’oro in combinata a Serre-Chevalier e infine nel 2004 gli ori in discesa e in gigante in quel di Maribor. Fin da giovanissima quindi Maria è una sciatrice ultracompleta e lo dimostra nella Coppa Europa del 2001-2002 da lei dominata con otto podi di cui cinque vittorie, solo in superG non riesce a vincere ma si porta a casa anche il trofeo di discesa.

La prima delle sue 356 gare di Coppa del Mondo la disputa il febbraio 2001 praticamente sulla porta di casa sua: arriva ventesima nel superG di Garmisch-Partenkirchen. Il 22 dicembre 2002 arriva terza nella combinata disputata, guarda caso, proprio a Lenzerheide, le prime vittorie arrivano il 30 gennaio e 1° febbraio 2004 nella discesa e nel superG di Haus im Ennstal, al termine di quella stagione Maria è terza in classifica generale e il futuro sembra tutto suo ma gli infortuni cominciano a perseguitarla facendole perdere praticamente due stagioni intere. Nel novembre 2004 si frattura una spalla in allenamento e nonostante questo il mese dopo è terza in superG a St. Moritz. Il 12 gennaio 2005 si rompe il crociato anteriore del ginocchio destro cadendo in superG a Cortina d’Ampezzo, quindi nel settembre dello stesso anno si fa male alla testa della tibia e un mese dopo si procura una frattura al metacarpo a Sölden. Il 10 dicembre 2005 cade nel gigante di Aspen distruggendosi quasi completamente il ginocchio sinistro.

Tutti questi infortuni avrebbero scoraggiato chiunque, non Maria che a Lake Louise vince la prima discesa della stagione 2006-2007 che per il resto è comprensibilmente interlocutoria. Dal 2007-2008 non uscirà più dalle prime tre della classifica generale conquistando la sfera di cristallo nel 2010-2011 per soli 3 punti su Lindsey Vonn grazie all’annullamento del gigante di Lenzerheide contestato neanche troppo velatamente dal clan della statunitense che era la migliore amica di Maria e che da quel momento interrompe i rapporti cordiali con lei per qualche mese. Il suo score parla di 175 piazzamenti tra le prime dieci in Coppa del Mondo (poco meno di metà delle gare!) e una curiosa distribuzione degli 81 podi: 27 primi, 27 secondi e 27 terzi posti!

Delle 27 vittorie in Coppa, 11 sono arrivate in discesa, 3 in superG, 9 in slalom e 4 in supercombinata, si è inoltre portata a casa i trofei di specialità di superG e supercombinata nel 2007-2008, di slalom nel 2008-2009 e nel 2009-2010 e di discesa nella stagione conclusasi quattro giorni fa. Ha partecipato a cinque delle ultime sei edizioni del Mondiali seniores, la prima nel 2003 e saltando quella del 2005, vincendo l’oro in slalom nel 2009, il bronzo in discesa e superG nel 2011, l’oro in supercombinata e il bronzo in discesa nel 2013. Ancora meglio ha fatto in due edizioni dei Giochi olimpici dal punto di vista dei titolo: nel 2010 è stata oro in slalom e supercombinata, quest’anno ha confermato il titolo della prova multipla ed è stata argento in superG. Una campionessa unica sia dentro che fuori dalle piste. In bocca al lupo per la tua vita futura Maria, mancherai a tutti gli appassionati e a tutti gli addetti ai lavori!

Twitter: @aquila1968