Questo sito contribuisce alla audience de

Brignone a poche ore dallo slalom parallelo: "Sarò comunque orgogliosa di quanto fatto"

Foto di Redazione
Info foto

2020 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Brignone a poche ore dallo slalom parallelo: "Sarò comunque orgogliosa di quanto fatto"

Parola alla valdostana, leader di Coppa del Mondo prima del trittico decisivo di Are: "Con Mikaela e Petra ci siamo scritte a vicenda".

E' la sua vigilia, seppur in un clima a livello mondiale del tutto particolare a causa del Coronavirus.

Federica Brignone si gioca una carriera intera in pochi giorni, perchè la chance di conquistare la Coppa del Mondo assoluta potrebbe anche essere l'unica, a quasi 30 anni e dopo una stagione praticamente perfetta.

Ad Are è tutto pronto per la tre giorni decisiva, con lo slalom parallelo di giovedì, seguito poi da gigante e slalom, che già dirà molto sulle chances della campionessa valdostana, leader di coppa con 153 punti di margine su Mikaela Shiffrin. Nel PSL di domani, ci saranno ben sette azzurre in pista visto che, oltre a Brignone, parteciperanno Marta Bassino, Marta Rossetti, Lara Della Mea, Martina Peterlini, Laura Pirovano e Irene Curtoni.

Abbiamo diviso l'avvicinamento alle gare lavorando equamente sulle tre discipline previste – spiega Federica – Primi due giorni slalom, poi uno di slalom parallelo, due di gigante, uno di riposo e oggi nuovamente parallelo, anche se non sulla pista di gara. Penso di essermi allenata bene e di essermi tolta di dosso qualsiasi forma di pressione per la posta in gioco, anche se il clima di gara rimane sempre una storia a sé”.

Tutti attendono la sfida a tre con Shiffrin e Vlhova: “Ci siamo scritte in questi giorni, perchè non abbiamo avuto occasione di incrociare le nostre strade – continua l'azzurra – Credo sia bello e giusto giocarci il primo posto alla presenza di tutte ere, ma vorrei fosse chiaro che comunque vada a finire, la mia stagione resterà indimenticabile e da record. Sono orgogliosa di me stessa: undici podi, cinque successi, la vittoria nella classifica di combinata, il 2° posto in super-g e il 3° in discesa, oltre al gigante in cui posso vincere la sfera di cristallo. Di questa stagione ricorderò con tanta gioia il successo di Sestriere, mentre a La Thuile ho vissuto emozioni diverse per i ricordi legati ai miei affetti.

Lo slalom parallelo? Sarà decisivo l'atteggiamento, chiaro che le atlete di stazza come Vlhova e Swenn-Larsson saranno favorite, ma una talentuosa come Shiffrin non può certamente essere messa da parte. Quindi nessun calcolo, anche perchè la manche è talmente corta e veloce che non permette alcuna tattica. Io mi sento fortunata ad essere presente, una delle poche italiane ancora in grado di inseguire i suoi sogni e lottare per giocarmi ciò che inseguo da una carriera”.

Marta Bassino, oltre al 4° posto nella generale che dovrebbe portar via a Corinne Suter (distante 20 punti), dovrà difendersi da Wendy Holdener, a sua volta alle spalle della piemontese di soli 26 punti), ma può giocarsela per la coppa di parallelo, apertissima dopo due prove disputate delle tre in programma. “E' una disciplina che mi piace e nella quale mi trovo abbastanza a mio agio – le parole della vigilia – Le sensazioni sono positive e c'è voglia di chiudere bene una stagione che mi ha regalato la prima vittoria della carriera e mi ha visto salire sul podio in cinque discipline diverse.

L'obiettivo è raccogliere i punti necessari per il 4° posto in classifica generale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
898
Consensi sui social