Martedì 21 Novembre, 9:00
Utenti online: 1023
Massimo Brignolo
Massimo Brignolo

foto di Getty Images

Laukkanen ci prende gusto, vince anche l'Inseguimento. Wierer ottava

Laukkanen ci prende gusto, vince anche l'Inseguimento. Wierer ottava

Vittoria back to back di Mari Laukkanen che dopo avere rotto ieri il ghiaccio nella Sprint si conferma sul gradino più alto del podio sulla collina di Holmenkollen.

La ventinovenne finlandese tiene al tiro sui quattro poligoni pagando solo una penalità, peraltro a quel punto ininfluente, nell'ultima sessione in piedi e con il suo usuale ritmo arrembante sugli sci conquista la seconda vittoria in Coppa del Mondo poche ore dopo la scomparsa di Asko Nuutinen, coach del tiro della squadra finlandese, al quale dedica il risultato pochi metri dopo il traguardo.

L'errore aggiunge un pizzico di sale all'ultimo giro con la ceca Gabriela Koukalova, 100% al tiro, che passa con una dozzina di secondi di ritardo dalla finnica, ne lima un paio per poi arrendersi e salire sul secondo gradino del podio a 26.5 secondi dalla vincitrice.

Seconda alla partenza, Justine Braisaz conferma la sua velocità di base ma viene penalizzata dalla macchinosità al tiro che la porta a incorrere in quattro penalità e la costringe ad accontentarsi del terzo gradino del podio. E' quarta la esperta slovena Teja Gregorin, una sola penalità nella seconda sessione a terra, che nell'ultimo giro salta una ottima Lisa Theresa Hauser risalita dalla ventiduesima alla quinta posizione e Marte Olsbu, sesta.

Dorothea Wierer, un errore al primo poligono a terra e uno nella prima sessione in piedi, lotta fino all'ultimo centimetro con Kaisa Makarainen per la settima posizione che perde solo al fotofinish: la finlandese recupera venti posizioni, l'azzurra undici. Subito dietro di loro Laura Dahlmeier che onora la conquista della Coppa di specialità risalendo la corrente fino al nono posto finale.

Lisa Vittozzi è regolare nella sua progressione dalla quarantaseiesima posizione di partenza; un errore in ognuno dei due poligoni in piedi non le impediscono di scavalcare molte avversarie, grazie al dodicesimo tempo sugli sci stretti, e di chiudere in sedicesima posizione.

Federica Sanfilippo è protagonista nella prima parte di gara, non sbaglia nulla a terra e entra al terzo poligono in quinta posizione; tre penalità alle quali se ne aggiungono ulteriori due nell'ultima sessione la fanno scivolare in diciannovesima posizione a 2'50"7 dalla vincitrice. Sono tre gli errori di Alexia Runggaldier che sul traguardo è venticinquesima a poco meno di tre minuti.

Nella classifica finale della Coppa del Mondo di specialità, Laura Dahlmaier chiude con 405 punti mantenendo 21 lunghezze di vantaggio su Gabriela Koukalova. E' terza Kaisa Makarainen a quota 368 punti mentre Dorothea Wierer è quinta con 286 punti.


OSLO - INSEGUIMENTO FEMMINILE

1. LAUKKANEN Mari [FIN] (0+0+0+1) in 29.33.3
2. KOUKALOVA Gabriela [CZE] (0+0+0+0) a 26.5
3. BRAISAZ Justine [FRA] (1+1+0+2) a 1.01.4
4. GREGORIN Teja [SLO] (0+1+0+0) a 1.08.2
5. HAUSER Lisa Theresa [AUT] (0+0+0+0) a 1.12.5
6. OLSBU Marte [NOR] (1+0+1+1) a 1.15.9
7. MAKARAINEN Kaisa [FIN] (0+0+1+1) a 1.51.2
8. WIERER Dorothea [ITA] (1+0+1+0) a 1.51.2
9. DAHLMEIER Laura [GER] (0+0+1+1) a 1.53.8
10. VITKOVA Veronika [CZE] (1+0+1+1) a 1.55.7

vai ai risultati completi

© RIPRODUZIONE RISERVATA