Questo sito contribuisce alla audience de

Rossignol Hero Master M15 R22 WC

GiganteLIVELLO 7

Rossignol Hero Master M15 R22 WC

2020 2021 Versione 2022
sci rossignol Hero Master M15 R22 WC

Cosa dice l'azienda

Più divertente, più moderno, più sciancrato. La versione 2020 dello sci che ha inventato una nuova categoria torna totalmente rinnovata e promette stabilità, precisione e divertimento per sciatori di alto livello. Rossignol Hero Master si presenta con un approccio nuovo e raggi di curva più moderni.
I tecnici rossignol dei dipartimenti racing e ricerca & Sviluppo hanno messo a punto uno sci migliorato sotto tutti i punti di vista,con i raggi accorciati su ciascun modello offre un ingresso in curva più efficace per massimi livelli di precisione e sicurezza.
La stessa solidità sotto il piede, ma più potenza e prestazioni. La tecnologia Lct prevede un binario centrale in titanal integrato nell’anima dello sci per l’intera lunghezza, che elimina parte della controflessione per garantire stabilità e controllo dinamico.

Capacita: MOLTO ESPERTO (L. 6-7), LIVELLO 7

misure disponibili: 169

posizione di marcia: No

Raggio: 15m @ 169

Sidecut:115/70/98 @ 169

Bindings:R22 / LOOK SPX 15 Rockerace Forza Master

Tecnologie:

Struttura: WC Rectangular Sandwich fibro/metal

Anima: Ash Wood core/ Titanal

Tecnologia: LCT / WC Cascade
Grazie alla Cascade technology, la spatola risulta alleggerita per un ingresso in curva più fluido e rapido e un miglior contatto neve. La costruzione ash Wood core in legno di frassino è identica a quella utilizzata per gli sci degli atleti Rossignol che partecipano alla coppa del mondo.

Particolarità: sistema di interfaccia R22

Il risultato del test NeveItalia

  • Rispondenza profilo
    SI al 100 %
  • Stabilità
  • Comfort
  • Maneggevolezza
  • Conduzione
  • Impulso
  • Curve strette
  • Curve medie
  • Curve ampie
  • Presa di spigolo
Video - le opinioni a caldo del NeveItalia Test Team

L’eterno ritorno, potrebbe intitolarsi così la nostra recensione del Rossignol Hero Master! Il modello di punta della casa francese è da anni in vetta alle classifiche di gradimento dei nostri tester, e dopo essere stato più volte aggiornato e affinato ma mai stravolto, la stagione 2021 doveva essere quella del debutto del nuovo modello: diverse lunghezze, diverse sciancrature e diversa struttura. 
Nonostante “l’anno sabbatico” per lo sci in Italia lo scorso anno,  il Rossignol Hero Master si conferma pronto a stupire. Lo abbiamo provato in due misure: M15 (testato quest’anno a Cervinia) e M17 (testato nel 2021 allo Stelvio), il primo con raggio 15 e lunghezza 169 cm ed il secondo con lunghezza 173 e raggio 17 metri. Il primo per testare, finalmente, uno sci che possa essere adatto ad un pubblico molto ampio, il secondo con l’obiettivo di avere uno sci da GS addolcito, senza vincoli di misure. 
L’obiettivo dichiarato della casa è quello di rendere ancora più sciabile e godibile un prodotto iconico. E non a caso, ancora una volta, è risultato essere il migliore sci da GS tra tutti quelli testati, vincendo una delle tre gold medal della stagione 2020/21.
I tecnici francesi sembrano aver colto nel segno, secondo Alex Favaro: “Ho ritrovato le ottime caratteristiche del modello precedente, ma sembra che viene tutto più facile, ci vuole meno forza per farlo girare ed è meno stancante fisicamente” racconta Alex al termine del test del modello M17, mentre loda la stabilità nel corto raggio per il modello M15: “riesci a fare un arco di curva rotondo e molto preciso” chiude l’allenatore piemontese.
Il nuovo Hero Master è pienamente centrato: ottiene il 100% di consensi nella voce rispondenza al profilo dichiarato dalla casa: è uno sci “stabile e intuitivo, facile nonostante l'alto livello” per Fabio Dellavedova, “stabile e con una bella risposta elastica equilibrata” racconta invece Isabel Anghilante, con bella risposta elastica sul duro chiude l’allenatrice italo francese.
L’istruttore Stefano Belingheri ne loda l’ingresso curva, che, complice anche la lunghezza inferiore, è ancora più semplice con meno esitazioni.
I difetti sono piccolissimi, lo sci rimane troppo impegnativo se paragonato ad un normale racecarver, “non permette di rilassarti” precisa Stefano Belingheri, conserva una struttura pesante (Federico Casnati), e la misura 169cm “contribuisce a far perdere la centralità” (Gianluca Branciaroli).
Lo consigliamo come sempre ad ottimi sciatori che dovranno ricordarsi di avere sotto i piedi una purosangue e non una granturismo: serve sempre manico, tecnica e allenamento per sfruttare al meglio lo sci.

Foto e opinioni di chi l'ha provato

“Facilità di...”

Stefano Belingheri

Stefano Belingheri Istruttore Nazionale di Sci Alpino

“molto stabile e...”

Isabel Anghilante

Isabel Anghilante Allenatore di II° Livello Sci

“La stabilità di...”

Alex Favaro

Alex Favaro Allenatore di III° livello

“sci che strutturalmente...”

Gianluca Branciaroli

Gianluca Branciaroli Allenatore II di Sci Alpino

Tutti i tester
Stefano Belingheri Stefano Belingheri Istruttore Nazionale di Sci Alpino
Isabel Anghilante Isabel Anghilante Allenatore di II° Livello Sci
Alex Favaro Alex Favaro Allenatore di III° livello
Gianluca Branciaroli Gianluca Branciaroli Allenatore II di Sci Alpino