Questo sito contribuisce alla audience de

Dynastar Speed Master GS Konect

allroundtopESPERTO

Dynastar Speed Master GS Konect

Versione 2019 2020 2021
Sci dynastar Speed Master GS Konect

Cosa dice l'azienda

SPEED MASTER GS Konect.   La versione depotenziata dell’ormai famoso Speed Master, sempre con le migliori tecnologie: Rectangular Sandwich, Wood core fibro/metal che permettono di raggiungere un risultato sulla neve sensazionale…appoggi potenti e precisi, tenuta e slancio senza eguali, reattività, potenza e stabilità perfetta che unite alla nuova combinazione con l’interfaccia Konect, lo rendono più accessibile e più facile da gestire.

Capacita: ESPERTO, ESPERTO

Lunghezza: 170,175,180,185

Raggio: 18m @ 175

Sidecut:114/75/97 @ 175

Terreno:100% Pista

Bindings:Konect + Attacco LOOK SPX 12 Konect

Tecnologie:

Struttura: WC Rectangular Sandwich fibro/metal
Anima: Wood core/ Titanal / Full Sidewall
Tecnologia: WC Cascade / Poweride

Il risultato del test NeveItalia

  • Rispondenza al profilo
    NON MOLTO
    4.112
  • Stabilità
  • Comfort
  • Maneggevolezza
  • Conduzione
  • Impulso
  • Curve strette
  • Curve medie
  • Curve ampie
  • Presa di spigolo
Video - le opinioni a caldo del NeveItalia Test Team
La nuova proposta Dynastar è un concentrato di stabilità e velocità. E uno sci che muta la struttura dal Master ma adotta una piastra più morbida per offrire maggiore flessibilità della struttura, che tuttavia rimane “rigida e permette allo sci di essere preciso e stabilissimo in tutti gli archi di curva”, racconta Alex Favaro, che sottolinea come il Dynastar Speed Master GS Konect “privilegi la curva agonistica” pur essendo presentato nel campo allround performance.
Tutti i testatori ne apprezzano la struttura, che offre estrema stabilità in curva alle alte velocità (Rolando Bertolina), che si adatta bene a qualsiasi arco di curva (Walter Nus) e in definitiva “stabile e attaccato al terreno soprattutto in conduzione” come riporta Stefano Belingheri sulla scheda del test.
Lo sci eccelle nelle curve medie e in conduzione, grazie alla struttura collaudata che lo rende “stabile, leggero, facile, è intuitivo e ben gestibile in curva”, come racconta Giovanni Manfrini.
I difetti emergono in bassa velocità e sulle nevi più morbide, dove la struttura tende a rendere più difficile la gestione della curva, soprattutto in chiusura dove risulta eccessivamente rigido (Riccardo Giacomel).
Foto e opinioni di chi l'ha provato

“Stabile e attaccato al...”

Stefano Belingheri

Stefano Belingheri Istruttore Nazionale di Sci Alpino

“Si avvicina ad uno sci...”

Alex Favaro

Alex Favaro Allenatore di III° livello

“Stabile anche ad alta...”

Laura Jardi

Laura Jardi Maestra di Sci

“Stabile leggero e...”

Giovanni Manfrini

Giovanni Manfrini Allenatore II Livello, asp. Istruttore Nazionale

“Stabile e pesante sotto...”

Isabel Anghilante

Isabel Anghilante Allenatrice II Livello

“Sci che si adatta molto...”

Walter Nus

Walter Nus Maestro di sci

“Buona tenuta complessiva”

Federico Casnati

Federico Casnati Redazione Neveitalia

“Stabilità...”

Andrea Odinotte

Andrea Odinotte Allenatore di II° livello

“Sci strutturato...”

Rolando Bertolina

Rolando Bertolina Allenatore II Livello

“Sci molto stabile e...”

Riccardo Giacomel

Riccardo Giacomel Allenatore II livello

“Struttura dello sci...”

Max Novena

Max Novena Istruttore Nazionale di Sci Alpino

Tutti i tester
Stefano Belingheri Stefano Belingheri Istruttore Nazionale di Sci Alpino
Alex Favaro Alex Favaro Allenatore di III° livello
Laura Jardi Laura Jardi Maestra di Sci
Giovanni Manfrini Giovanni Manfrini Allenatore II Livello, asp. Istruttore Nazionale
Isabel Anghilante Isabel Anghilante Allenatrice II Livello
Walter Nus Walter Nus Maestro di sci
Federico Casnati Federico Casnati Redazione Neveitalia
Andrea Odinotte Andrea Odinotte Allenatore di II° livello
Rolando Bertolina Rolando Bertolina Allenatore II Livello
Riccardo Giacomel Riccardo Giacomel Allenatore II livello
Max Novena Max Novena Istruttore Nazionale di Sci Alpino