Questo sito contribuisce alla audience de

Erin Hamlin, Emily Sweeney e Summer Britcher regalano agli Stati Uniti un storica tripletta

Erin Hamlin, Emily Sweeney e Summer Britcher regalano agli Stati Uniti un storica tripletta
Info foto

Getty Images

SlittinoSlittino - Lake Placid

Erin Hamlin, Emily Sweeney e Summer Britcher regalano agli Stati Uniti un storica tripletta

Dopo il primo ed il secondo posto di Chris Mazdzer e Tucker West nella prova maschile di ieri, quest'oggi a Lake Placid nel secondo appuntamento stagionale della Coppa del Mondo di slittino femminile, gli Stati Uniti festeggiano una storica tripletta grazie ad Erin Hamlin, Emily Sweeney e Summer Britcher.

Le tre americane hanno sfruttato al massimo il fattore campo, scegliendo i materiali più appropriati e disegnando le linee più idonee per affrontare al meglio i 1135 metri che costituiscono il tracciato posto ai piedi del Mount Van Hoevenberg. La grande conoscenza della pista dello stato di New York e l'altrettanto grande esperienza in ambito internazionale hanno giocato indubbiamente a favore di Erin Hamlin che nella giornata odierna è stata praticamente inavicinabile per il resto della concorrenza. 

La ventinovenne di Remsen cresciuta agonisticamente proprio su questo impianto, ha infatti chiuso la pratica per il successo odierno già nel corso della prima discesa, quando ha stampato il nuovo record del budello americano staccando di ben 121 millesimi la connazionale Emily Sweeney e di 208 millesimi la favorita Natalie Geisenberger. Nonostante l'enorme margine di vantaggio la slittinista statunitense non si è comunque risparmiata nella run conclusiva siglando il miglior tempo parziale e conquistando il suo primo successo della carriera nel format tradizionale di Coppa del Mondo e la leadership nella classifica generale. In precedenza Hamlin si era aggiudicata la prova sprint di Altenberg e nel 2009 proprio su questo impianto si era laureata campionessa del mondo

La trionfale giornata americana è stata completata dal secondo posto di Emily Sweeney capace in questa occasione di mantenere la concentrazione e di disputare due manche perfette, e dalla ventunenne Summer Britcher bravissima a scavalcare nel finale la tedesca Geisenberger regalando agli Stati Uniti la prima tripletta della storia di questo sport. Sia per Sweeney che per Britcher arrivano davanti al numeroso pubblico di casa i loro migliori piazzamenti della carriera, entrambe le atlete fin ora non erano mai salite sul podio in Coppa del Mondo.

Sempre in casa statunitense va segnalato anche il settimo posto di Raychel Germaine un risultato decisamente positivo per un'atleta che ha esordito in Coppa del Mondo una settimana fa ad Igls.

Se gli USA possono sorridere, la squadra tedesca invece esce da questo primo appuntamento statunitense un po' con le ossa rotte. Il Wunderteam abituato a spadroneggiare in ogni pista, quest'oggi deve accontentarsi del quarto posto di Natalie Geisenberger unica delle non americane in gara, capace di poter lottare per un posto sul podio. La dominatrice delle ultime due stagioni aveva chiuso al terzo posto la prima frazione, ma nell'ultima discesa non è riuscita ad esprimersi al meglio in fase di spinta chiudendo ai piedi del podio a soli 19 millesimi dalla terza piazza. 

Le altre attese protagoniste della Germania sono andate ancora peggio, con Tatjana Huefner e Dajana Eitberger che si sono piazzate rispettivamente in ottava e nona posizione. Una debacle più unica che rara per il team guidato da Norbert Loch dato che era dal 2 dicembre 1993 che la squadra tedesca con tutte le big al via non piazzava almeno una propria rappresentante sul podio di una prova di Coppa del Mondo. Un'indicazione decisamente poco rassicurante in vista dei prossimi due impegni stagionali che si terranno a Park City e Calgary, due piste che tradizionalmente non hanno portato grande fortuna alle teutoniche. 

Gara dai due volti l'azzurra Sandra Robatscher. L'azzurra aveva infatti disputato una buona prima manche chiudendo all'undicesimo posto a soli 20 millesimi dalla top-ten. Nella seconda run però la giovane altoatesina ha commesso una grossa sbavatura che l'ha relegata al diciannovesimo posto. Sedicesima piazza invece per Andrea Voetter.

Il prossimo appuntamento del massimo circuito femminile di slittino è in programma tra sette giorni sulla pista di Park City.

FIL_LUGE #FILUGE USA_LUGE #LAKEPLACID #HAMLIN
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social