Venerdì 23 Agosto, 9:05
Utenti online: 639
Alessandro Genuzio
Alessandro Genuzio

foto di Getty Images

Sungbin Yun vince a Sankt Moritz e balza in testa alla classifica di Coppa del Mondo

Sungbin Yun vince a Sankt Moritz e balza in testa alla classifica di Coppa del Mondo

A Sankt Moritz lungo la splendida pista Olympia, l'unica al mondo ad essere realizzata senza la refrigerazione artificiale, torna a ruggire il campione olimpico Sungbin Yun che con questo successo si prende pure la leadership nella classifica generale di Coppa del Mondo.

Il sudcoreano che in questa stagione nei primi quattro appuntamenti era sempre salito sul podio, coglie in Svizzera un importantissimo successo davanti ai russi Alexander Tretiakov e Nikita Tregubov. Yun è stato autore di un'ottima prima discesa in cui è riuscito a mettere un certo margine di vantaggio nei confronti dei principali avversari.

Nella manche conclusiva l'asiatico ha però dovuto sudare le proverbiali sette camicie per fronteggiare il tentativo di attacco del campione olimpico di Sochi 2014 Tretiakov, che da terzo è risalito al posto d'onore arrivando a soli 20 centesimi dalla vittoria. Grazie a questa vittoria Sungbin Yun scavalca di un solo punto proprio Alexander Tretiakov nella graduatoria generale portandosi in prima posizione, quando all'appello mancano solamente due appuntamenti alla fine della stagione.

Terza piazza a soli 7 centesimi dal compagno di squadra per Nikita Tregubov che con questo risultato consolida pure la terza posizione nella classifica di coppa rimanendo ancora in piena lotta per la vittoria finale. Quarta posizione per Tomass Dukurs staccato però di ben 74 centesimi dal vincitore, quinto posto per il tedesco Jungk, mentre soltanto ottavo è giunto il fuoriclasse Martins Dukurs che ha compromesso la propria gara fin dai primi metri della prima manche quando il suo skeleton è uscito dai binari di partenza facendo perdere al baltico centesimi importantissimi e facendolo sprofondare al ventesimo posto parziale.

Tra le donne secondo successo della carriera per la canadese Mirela Rahneva, bravissima a stampare il miglior tempo di giornata nella final heat. La nord-americana con questa super seconda manche ha scavalcato la russa Elena Nikitina che guidava la gara al termine della prima run.

Il podio è stato completato dalla tedesca Jacqueline Loelling staccata di ben 86 centesimi dalla vincitrice che ha preceduto di appena 4 centesimi un'indemoniata Tina Hermann risalita dall'ottavo al quarto posto. In classifica generale continua a guidare Nikitina con 43 lunghezze di vantaggio su Loelling e 76 su Hermann.

In Casa Italia sono arrivati un diciassettesimo e un venticinquesimo posto da parte di Valentina Margaglio e di Manuel Schwaerzer. Due risultati in linea con le aspettative dato che entrambi i ragazzi erano al debutto in Coppa del Mondo sulla difficilissima pista di Sankt Moritz.

Ora il massimo circuito dello skeleton si prende due weekend di pausa. La Coppa del Mondo riprenderà a metà febbraio con la penultima tappa prevista sulla pista di Lake Placid negli Stati Uniti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA