Questo sito contribuisce alla audience de

Hermann e Jungk dettano legge anche nei due trials di Koenigssee. Greibel in piena crisi

Hermann e Jungk dettano legge anche nei due trials di Koenigssee. Greibel in piena crisi
Info foto

Getty Images

SkeletonBSD_Presse #Hermann #Jungk #Koenigssee

Hermann e Jungk dettano legge anche nei due trials di Koenigssee. Greibel in piena crisi

Si sono disputate nel weekend di Halloween a Koenigssee in Baviera, la terza e la quarta prova di selezione della squadra tedesca di skeleton.

Ai due appuntamenti hanno preso parte un numero consistente di atleti al via (17 uomini e 10 donne) tutti desiderosi di strappare il pass per la partecipazione alla prossima edizione della Coppa del Mondo.

Sia in campo femminile che in quello maschile sono stati confermati i livelli espressi nei due precedenti trials di selezione andati in scena una settimana prima a Winterberg.

 

Tra le donne Tina Hermann ha ribadito la sua netta supremazia, vincendo entrambe le competizioni in programma con grandi margini di vantaggio nei confronti delle avversarie. La skeletonista originaria di Bischofswiesen ha decisamente impressionato in fase di spinta dove ha manifestato una grossa crescita, un fattore che potrebbe spingerla nella prossima stagione a recitare un ruolo di assoluta protagonista nel circuito di Coppa del Mondo, lei che lo scorso anno chiuse al terzo posto nella graduatoria finale.

Alle spalle di Hermann si sono alternate sul secondo e sul terzo gradino del podio le due giovani promesse Jacqueline Loelling e Anna Fernstaedt. Le due ragazze classe 1996 hanno condotto due gare pressochè simili impressionando entrambe per l'innata capacità di saper far correre lo skeleton nei tratti più tecnici della pista, una dote quasi sconosciuta a parecchie delle principali protagoniste del circuito, Vathje in primis, che fanno della spinta il loro punto di forza. Loelling in particolare ha strappato nella prima discesa del primo trials bavarese il miglior tempo di manche, a conferma che la ragazza dispone di un potenziale enorme che non dimentichiamo gli ha già fruttato una medaglia d'argento iridata a soli 19 anni!

Delude oltremodo l'esperta Sophia Griebel apparsa già a Winterberg in netta difficoltà. La venticinquenne portacolori del RT Suhl ha chiuso la seconda prova in quarta posizione, mentre in quella precedente è finita addirittura in ottava piazza accusando ritardi nell'ordine dei due secondi dalla vincitrice. Considerando i risultati fin qui ottenuti e alla luce della buone prestazioni evidenziate da Fernstaedt, sarà molto difficile rivedere Griebel il prossimo novembre nel circuito di Coppa del Mondo, anche se Jens Mueller il grande capo dello skeleton tedesco non ha del tutto chiuso la porta all'atleta di Oberhof lasciandole la possibilità di riscattarsi negli ultimi due trails in programma il prossimo fine settimana ad Altenberg.

Decisamente più combattute le gare maschili, che hanno visto come vincitori Axel Jungk e Christopher Grotheer. Nella prima competizione Jungk ha preceduto il rivale di appena 3 centesimi costruendo il successo prevalentemente nella fase di spinta, fondamentale che l'atleta di Zschopau ha curato parecchio nel corso dell'estate svolgendo sedute di allenamento specifiche e questi primi impegni stagionali stanno evidenziando un netto miglioramento in quello che fino allo scorso anno era un suo punto di debolezza

Nella prova successiva Grotheer si preso la rivincita disputando una splendida heat conclusiva che gli ha permesso di recuperare dal quinto posto della prima discesa. Lo skeletonista originario di Wernigerode ma cresciuto agonisticamente ad Oberhof, con questa ottima prestazione si qualifica matematicamente al pari di Jungk e delle colleghe Hermann e Loelling alla prossima edizione della Coppa del Mondo.

Rimane invece grande incertezza sull'ultimo posto disponibile della squadra maschile. In lizza per il terzo slot concorrono ben tre atleti: Killian Von Schleinitz (due volte terzo a Winterberg, undicesimo e quarto a Koenigssee), Alexander Gassner (quarto a Winterberg, terzo e ottavo a Koenigssee) e Martin Rosenberger (settimo e sesto a Winterberg, quinto e terzo a Koenigssee).

I trials conclusivi come detto in precedenza si terranno il prossimo fine settimana ad Altenberg, nello stesso impianto che a fine novembre darà il via una nuova edizione della Coppa del Mondo di skeleton.

BSD_PRESSE #HERMANN #JUNGK #KOENIGSSEE
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social