Questo sito contribuisce alla audience de

Al via da Altenberg la Coppa del Mondo di skeleton. Chi fermerÓ Martins Dukurs?

SkeletonFisiofficial IBSFsliding #Dukurs #Flock #WC

Al via da Altenberg la Coppa del Mondo di skeleton. Chi fermerÓ Martins Dukurs?

Prenderà il via venerdì da Altenberg la 28ma edizione della Coppa del Mondo di skeleton. Come avviene ormai da 8 anni a questa parte, il massimo circuito dello skeleton si affiancherà al calendario della massima serie del bob in tutti e otto gli appuntamenti in programma.

SKELETON MASCHILE

Nella mattinata di sabato 28 novembre scatterà la prima manche del circuito maschile. Anche quest'anno l'atleta di riferimento sarà ovviamente il lettone Martins Dukurs che andrà a caccia della sua settima Sfera di Cristallo consecutiva. Il più forte skeletonista di ogni epoca, si presenterà nuovamente a cancelletti di partenza del circuito di Coppa del Mondo per migliorare ulteriormente la sua lunga serie di primati

Come di consueto il principale avversario del baltico sarà senza ombra di dubbio Alexander Tretiakov. Il russo la cui carriera è stata messa in ombra dalle grandi prestazioni del rivale, punterà principalmente sui mondiali di Igls, dato che la conformità della pista tirolese esalta le doti dei grandi partenti. Tretikov farà da "chioccia" al giovane compagno di nazionale Nikita Tregybov, atleta capace di conquistare due podi e tre piazzamenti nella top-three nelle uniche 5 gare disputate nella massima serie mondiale.

A proposito di giovani, occhi puntati su Sungbin Yun, skeletonista sud-coreano classe 1994 che lo scorso anno sorprese tutti quanti a dicembre quando a Calgary salì sul terzo gradino del podio. Il giovane asiatico quest'estate ha compiuto diversi allenamenti in Europa, curando maggiormente l'aspetto dei materiali, fattore che lo porta ad essere incluso di diritto tra il novero dei favoriti per le posizioni di vertice. 

Tra i protagonisti di questa 28ma edizione della Coppa del Mondo di skeleton vanno considerati anche il fratello maggiore di Martins Dukurs, Tomass, che lo scorso anno per la terza stagione consecutiva chiuse al secondo posto nella classifica generale, e l'americano Matthew Antoine. Quest'ultimo dopo la poco convincente passata edizione, punta decisamente al riscatto ed il mese di gennaio dedicato unicamente alla gare nord-americane gli potrebbe offrire l'occasione giusta per tornare a ruggire.

In casa Germania si fa affidamento sul campione del mondo junior Christopher Groother e sul ventiquattrenne di Zschopau Axel Jungk. Entrambi i teutonici nei recenti trails hanno manifestato una grande crescita prestazionale in fase di spinta che potrebbe aiutarli a far capolino con più costanza nei piani alti della classifica.

L'Italia negli 8 appuntamenti del calendario sarà rappresentata da Mattia Gaspari e da Joseph Cecchini. Tra i due sarà da tenere in maggiore considerazione il ventiduenne di Cortina, dato che lo scorso anno al suo esordio nel massimo circuito dello skeleton Gaspari ha offerto interessanti prestazioni cogliendo risultati piuttosto incoraggianti se visti in ottica futura. Mattia che per la prima volta testerà le piste nord-americane punterà a migliorare il tredicesimo posto di Koenigssee cercando di avvicinarsi sempre di più alla tanto ambita top-ten. Un impresa decisamente non facile perchè il livello della competizione dello skeleton maschile è decisamente più alto di quello femminile, ma le ambizioni ed il talento non mancano al giovane veneto.

Il più esperto Cecchini invece dovrà cercare di mantenere una maggiore concentrazione in fase di gara, perchè a differenza di Gaspari l'italo-canadese gode di una discreta spinta e se questa dovesse venire accompagnata da una serie di curve precise allora anche per lui le soddisfazioni non dovrebbero mancare.

 

SKELETON FEMMINILE

Venerdì 27 novembre alle ore 14.15, dal cancelletto di partenza dell'DKB Eiskanal scatterà la prima manche dello skeleton femminile. Questa prima competizione stagionale sarà molto importante perchè permetterà di capire quali sono gli effettivi valori in campo, dato che la disciplina quest'anno sarà orfana della sua dominatrice: Elizabeth Yarnold. La britannica dopo aver vinto tutto quello che c'era da vincere nelle ultime due stagioni, ha infatti deciso di prendersi un periodo di stop per ritrovare nuove motivazioni e tornare in pista nel biennio di avvicinamento ai Giochi di Pyeongchang 2018 più forte che mai.

In contumacia della sua leader naturale, il livello della competizione della Coppa del Mondo 2015-2016 di skeleton femminile è sceso drasticamente al punto da spalancare le porte del successo ad atlete di seconda fascia che nella grande incertezza in cui verte al momento la specialità potrebbero ritagliarsi grandi soddisfazioni. Il novero delle pretendenti alla Sfera di Cristallo è guidato dalla detentrice del titolo Janine Flock brava lo scorso anno a cogliere l'attimo nel momento giusto, anche se ad essere sinceri la vittoria dell'austriaca sembra essere arrivata più da circostanze favorevoli che da meriti acquisiti sul campo.

Accanto alla biancorossa partiranno col favore del pronostico le temibili ragazze della squadra tedesca, capitanate da Tina Hermann terza classificata nella graduatoria finale e recente dominatrice dei trails di selezione. Accanto alla bavarese, farà il suo esordio nel massimo circuito dello skeleton la ventenne Jacqueline Loelling atleta capace di vincere un argento mondiale alla sua prima gara assoluta contro le migliori skeletoniste del pianeta. La talentuosa ragazza di Brachbach cercherà di sfruttare questa stagione per far più esperienza possibile lungo le diverse piste della serie, puntando comunque al successo nei budelli di casa. 

La stagione 2015-2016 potrebbe essere quella buona per la selezione russa, che con Maria Orlova e soprattutto con Elena Nikitina punterà senza mezzi termini al Campionato del Mondo di Igls. Le russe comunque potranno ambire all'alta classifica anche nelle gare di Coppa del Mondo, soprattutto nei budelli dove la componente della spinta va per la maggiore. A proposito di spinta, tra le contendenti non va dimenticata la potentissima canadese Elisabeth Vathje vincitrice di una gara e autrice di tre podi nella passata stagione.


PODCAST TUTTI CONTRO AMBESI

Chi volesse approfondire maggiormente l'argomento si consiglia di ascoltare la quindicesima puntata del podcast Tutti contro Ambesi dedicato al mondo del budello


DOVE SEGUIRE LA COPPA DEL MONDO 

Tutte le gare della Coppa del Mondo di skeleton saranno disponibili in diretta e in differita sul canale ufficiale Youtube della Federazione Internazionale al seguente link (www.youtube.com/user/bobskeletv)

FISIOFFICIAL IBSFSLIDING #DUKURS #FLOCK #WC
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social