Martedì 21 Maggio, 11:36
Utenti online: 641
Massimo Brignolo
Massimo Brignolo

foto di International Skating Union

Short Track: iniziata la Coppa del Mondo a Calgary

Short Track: iniziata la Coppa del Mondo a Calgary

L'olandese Suzanne Schulting e il cinese Wu Dajing protagonisti. Martina Valcepina con il quinto posto nella seconda gara dei 500 metri è la migliore azzurra.

E' partita con la tappa di Calgary la Coppa del Mondo di Short Track che a febbraio vivrà il suo atto finale a Torino.

La tre giorni canadese ha visto in campo femminile una dominante Olanda con tre vittorie e un secondo posto nelle quattro gare individuali. A fare la parte del leone è la campionessa olimpica dei 1000 metri, Suzanne Schulting. La ventunenne di Groningen che in estate ha dichiarato di volere iniziare anche a gareggiare nella Velocità su Pista Lunga seguendo l'ispirazione di Jorien Ter Mors si è imposta nei 1000 e nei 1500 metri. Nella distanza più breve ha preceduto la russa Sofia Prosvirnova e la francese Veronique Pierron mentre la canadese Courtney Lee Sarault, all'esordio in Coppa del Mondo, e la russa Efremenkova sono saliti sui gradini più bassi del podio nei 1500 metri.

Le due gare dei 500 metri hanno visto le vittorie della polacca Natalia Maliszewska, primo oro in Coppa del Mondo dopo l'Argento degli ultimi Campionati Mondiali, e dell'orange Lara van Ruijven alla prima vittoria in una gara individuale. Al debutto in Coppa del Mondo, la fresca ventenne canadese Alyson Charles coglie due terzi posti mentre la piazza d'onore è andata nella prima prova all'olandese Yara van Kerkhof e nella prova della domenica alla cinese Fan Kexin. Martina Valcepina con la vittoria nella finale B e il quinto posto raccoglie il miglior risultato azzurro della tappa superando nella finalina la canadese Gagnon e la cinese Li Jinyu. A chiudere il programma femminile, la staffetta ha visto la vittoria della Russia che ha preceduto la Corea del Sud e le padrone di casa.

In campo maschile conquista la palma del MVP della tappa il cinese Wu Dajing, campione olimpico in carica e vincitore delle ultime due Coppe del Mondo nella distanza, che mette a segno una doppia vittoria sui 500 metri. Secondo posto per l'ungherese Shaoang Liu e il kazako Abzal Azhgaliev e terzo gradino del podio per il coreano Kim Gun Woo e per l'ungherese Shaolin Sandor Liu.

Nei 1000 metri si impone l'ungherese Shaoang Liu che precede il coreano Park Ji Won e il cinese Ren Ziwei mentre nei 1500 metri arriva la prima vittoria in Coppa del Mondo del diciannovenne giapponese Kazuki Yoshinaga, seconda piazza per il coreano June Seo Lee e sale sul terzo gradino del podio l'israeliano Vladislav Bykanov. I fratelli Liu, lo statunitense naturalizzato magiaro Cole Krueger e Csaba Burjan portano l'Ungheria alla vittoria, con miglior prestazione mondiale, nella staffetta dove la Corea del Sud chiude in seconda posizione e l'Olanda in terza.

Fa l'esordio in Coppa del Mndo in questa stagione la staffetta mista sui 2000 metri che farà parte del programma olimpico tra 4 anni a Pechino. La prima gara della storia viene vinta dalla Cina con Fan Kexin, Li Jinyu, Ren Ziwei e Wu Dajing che precede l'Olanda e la Corea del Sud.

Detto di Martina Valcepina, quinta nella seconda gara sui 500 metri, le migliori prove individuali in campo italiano sono state le finali B raggiunte nei 1500 metri da Cynthia Mascitto con dodicesimo posto finale e Yuri Confortola, tredicesimo. Sulla stessa distanza in campo femminile esce in semifinale Arianna Sighel mentre lo stesso destino colpisce Tommaso Dotti in campo maschile.

Nelle staffette il quartetto maschile composto da Confortola, Dotti, Cassinelli e Mattia Antonioli vincono una insolita finale B a due contro gli Stati Uniti per chiudere sesto posto mentre è settima la squadra femminile formata da Martina Valcepina, Botter Gomez, Elena Viviani ed Arianna Valcepina in virtù della terza posizione in finale B alle spalle di Kazakistan e Giappone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA