Questo sito contribuisce alla audience de

Short Track: Fontana e punti olimpici importanti nella prima tappa di Coppa del Mondo

Short Track: Fontana e punti olimpici importanti nella prima tappa di Coppa del Mondo
Info foto

2018 Getty Images

Short Track

Short Track: Fontana e punti olimpici importanti nella prima tappa di Coppa del Mondo

Nel fine settimana appena concluso si è aperta a Pechino la Coppa del Mondo di Short Track, appuntamento in quattro tappe che determinerà le qualificazioni per le Olimpiadi.

La indubbia protagonista in chiave italiana è stata Arianna Fontana, seconda nella finale dei 500 metri dietro alla polacca Maliszewska in una gara travagliata dopo la ripartenza dovuta ad una caduta di Martina Valcepina, quinta al traguardo. Per la trentunenne valtellinese che è andata in finale anche nei 1000 metri chiudendo in quarta posizione nella prova vinta dall'olandese Suzanne Schulting si è trattato del trentasettesimo podio in carriera, quattordici anni e otto mesi dopo il primo conquistato nel febbraio del 2007.

Come in tutte le stagioni olimpiche, una particolare attenzione è rivolta alle staffette poichè una loro qualificazione per i Giochi permette l'iscrizione di 5 pattinatori alle Olimpiadi. In questa ottica, saranno 8 le staffette in lizza, è di particolare importanza il secondo podio italiano di questa tappa ottenuto, con la terza piazza, da Andrea Cassinelli, Pietro Sighel, Tommaso Dotti e Yuri Confortola dietro a Olanda e Ungheria. Qualificazione finale e quarto posto per una caduta in campo femminile da parte di  Fontana, Martina Valcepina, Arianna Valcepina.

Nelle Staffetta Mista, nuova disciplina olimpica a Pechino, un altra qualificazione in finale e quarto posto per Cassinelli, Fontana, Sighel e Martina Valcepina.

Il prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo è previsto da giovedì 28 a domenica 31 ottobre a Nagoya

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
55
Consensi sui social

Si parla ancora di Short Track

Short Track

Short Track: Pietro Sighel si conferma a Salt Lake City

Massimo Brignolo, Lunedì 7 Novembre
Short Track

Pietro Sighel e la staffetta femminile sul podio a Montreal

Massimo Brignolo, Lunedì 31 Ottobre 2022

Ultimi in Sport invernali

I 50 anni di Hermann Maier: il 7 dicembre 1972 la nascita di colui che diventerà una Superstar capace di... tutto

I 50 anni di Hermann Maier: il 7 dicembre 1972 la nascita di colui che diventerà una Superstar capace di... tutto

Nelle prossime ore, il due volte campione olimpico e vincitore di quattro Coppe del Mondo taglierà un traguardo speciale: dall'esordio ritardato ad un'esplosione immediata, diventando per tutti Herminator con i trionfi in serie, il volo incredibile di Nagano e quella rinascita, alla quale nessuno poteva credere, dopo il terribile incidente in moto dell'estate 2001. Una carriera, semplicemente, unica.