Questo sito contribuisce alla audience de

L'annuncio di Arianna Fontana: "Troppi rischi legati al Covid, salto gli Europei per puntare ai Mondiali"

Foto di Redazione
Info foto

2018 Getty Images

Short Trackl'annuncio

L'annuncio di Arianna Fontana: "Troppi rischi legati al Covid, salto gli Europei per puntare ai Mondiali"

La campionessa olimpica di short track ha scelto di non partecipare alla rassegna prevista tra poco più di due settimane in Polonia. "Ci sono troppe incognite e protocolli diversi, rischierei di non partecipare all'evento iridato".

E' una stagione difficilissima, quella dello short track che ha visto cancellati quasi tutti gli appuntamenti, ma che ripartirà di fatto dai campionati europei previsti, dal 22 al 24 gennaio, sul ghiaccio di Gdanks.

In Polonia, però, non ci sarà Arianna Fontana; la campionessa olimpica di PyeongChang 2018 nei 500 metri, ha annunciato il forfait per i troppi rischi legati al Covid che metterebbero in pericolo la partecipazione al grande obiettivo di questa annata, prima di puntare tutto sui Giochi di Pechino 2022, ovvero i campionati del mondo previsti dal 5 al 7 marzo a Dordrecht, nei Paesi Bassi. “Ho trascorso i primi giorni del 2021 riflettendo sulla stagione 2019/2020. Ho riflettuto sulle situazioni che si sono presentate, sulle decisioni prese e sul percorso che devo intraprendere per arrivare nelle migliori condizioni possibili alle competizioni – ha scritto la valtellinese sui social - Sulla base dell'anno scorso e della situazione attuale legata al Covid-19, ho preso alcune decisioni difficili per essere al sicuro, rimanere in buona salute e continuare ad allenarmi.

Ora che la prima gara della stagione si sta finalmente avvicinando, è tempo di prendere un'altra decisione. Ho aspettato il più a lungo possibile per vedere se i casi sarebbero diminuiti o se potevo intuire chiaramente un approccio unificato in Europa alla pandemia, ma non è stato chiaro e quindi devo fare un passo indietro. La mia salute è la risorsa più importante che posso proteggere, proprio come tutti gli altri. Ci sono ancora troppe incognite che ruotano attorno al Covid e ai diversi protocolli utilizzati per tutti gli atleti che gareggeranno ai Campionati Europei.

Ho preso decisioni per mantenere sotto controllo i rischi, mentre altri magari hanno voluto prendersi rischi in più. La scorsa stagione i campionati del mondo sono stati cancellati; sento che, se andassi in Polonia per gli Europei, metterei a repentaglio la mia partecipazione ai Campionati del Mondo di questa stagione. Dovessi contrarre il virus ai Campionati Europei, probabilmente non potrei partecipare all'evento iridato perché dovrei rimanere in quarantena in Polonia per due settimane, poi fare visite mediche e per tutto questo periodo non allenarmi correttamente.

Quindi, anche se mi piacerebbe lottare per il mio 8° titolo europeo, se devo scegliere una delle due competizioni, scelgo i campionati del mondo. So che forse alcuni di voi non saranno d'accordo con la mia decisione e pensano che sia sciocco, ma è così che voglio andare avanti, quindi chiedo di comprendere che tutti noi abbiamo le nostre decisioni personali sulla salute da prendere e come chiedo a voi di rispettare la mia decisione, io rispetterò la vostra.

Auguro buona fortuna a tutti i pattinatori che parteciperanno al Campionato Europeo, sicuramente sarà emozionante per me assistervi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
46
Consensi sui social