Giovedì 23 Novembre, 17:59
Utenti online: 1723
Matteo Novarini
Matteo Novarini

foto di Getty Images

Assolo di Bj°rgen nella 30 km di Oslo

Assolo di Bj°rgen nella 30 km di Oslo

Un monologo cominciato al primo metro e finito all’ultimo. Difficile immaginare una performance più dominante di quella messa in scena da Marit Bjørgen nella 30 km di Oslo. La norvegese ha lasciato a più di due minuti le più immediate inseguitrici, regolate allo sprint da Krista Pärmäkoski su Kerttu Niskanen.

Sono bastati due chilometri circa perché la fondista più vincente di ogni epoca facesse il vuoto dietro di sé. La più attiva nel provare a contenere la sua progressione è stata Charlotte Kalla, il cui lavoro non ha però impedito al divario di crescere di intermedio in intermedio: la barriera dei 30 secondi è stata sfondata già ai 7.2 km, quella del minuto ai 12.6.
In nessun punto della gara qualcuno ha dato l’impressione di poter impensierire Bjørgen, che si è presentata per l’ultima volta nello stadio con un margine ben al di sopra dei due minuti. Si è così potuta concedere un arrivo in parata, con inchini e saluti al pubblico, per festeggiare l’ennesima giornata da record: le vittorie nella prova più prestigiosa di Coppa salgono a 6 (la prima risale addirittura al 2006), quelle complessive in competizioni di primo livello diventano 123.
Molto più accesa è risultata la lotta per i gradini meno nobili del podio. Alle spalle di Bjørgen si è formato, dopo 8 km, un drappello composto da Kalla, Pärmäkoski, Niskanen, Justyna Kowalczyk, Aino-Kaisa Saarinen, Heidi Weng e Nathalie von Siebenthal, sulle quali è rientrata in un secondo momento Anna Haag.
Von Siebenthal e Haag hanno ceduto poco prima del ventesimo chilometro. Le altre sei, trascinate nel finale soprattutto dal trio finlandese, hanno proseguito compatte fino ai metri conclusivi. Seconda e terza piazza sono state dunque assegnate in uno sprint che ha visto Pärmäkoski e Niskanen relegare al quarto posto Heidi Weng. Kalla ha chiuso quinta, davanti a Kowalczyk e Saarinen.
Una manciata di secondi dopo è arrivata Ingvild Flugstad Østberg, in grande difficoltà nelle battute iniziali ma autrice di un grande ultimo terzo di gara, nel quale ha mantenuto lo stesso passo della leader. Nelle dieci anche Haag e Laura Mononen.
Quello colto oggi da Weng è il terzo piazzamento ai piedi del podio in carriera nella 30 km di Holmenkollen, senza mai essere riuscita a inserirsi fra le migliori tre. La 25enne originaria di Ytre Enebakk può consolarsi guardando alla classifica generale di Coppa del Mondo, dove i 300 punti di margine su Pärmäkoski (1746 contro 1446) la rendono di fatto irraggiungibile. La finlandese compie un passo avanti significativo nella corsa alla piazza d’onore, portandosi a +94 su Østberg, ora a 1352. Stina Nilsson, non in gara oggi, rimane quarta, a 1209. Bjørgen è quinta, a quota 975.
30 KM TC OSLO - CLASSIFICA FINALE
1. Marit BJØRGEN (NOR) 1:22:59.2
2. Krista PÄRMÄKOSKI (FIN) +2:05.8
3. Kerttu NISKANEN (FIN) +2:07.0
4. Heidi WENG (NOR) +2:08.6
5. Charlotte KALLA (SWE) +2:11.7
6. Justyna KOWALCZYK (POL) +2:12.9
7. Aina-Kaisa SAARINEN (FIN) +2:19.6
8. Ingvild Flugstad ØSTBERG (NOR) +2:31.3
9. Anna HAAG (SWE) +3:27.9
10. Laura MONONEN (FIN) +3:28.7
ę RIPRODUZIONE RISERVATA