Lunedì 19 Agosto, 1:19
Utenti online: 281
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Henrik Kristoffersen spezza l'incantesimo e trionfa nello slalom di Kitzbühel

Henrik Kristoffersen spezza l'incantesimo e trionfa nello slalom di Kitzbühel

Dopo dieci podi stagionali senza vittorie Henrik Kristoffersen spezza l’incantesimo trionfando nello slalom di Kitzbühel e negando la 54a vittoria a Marcel Hirscher che per l’austriaco avrebbe significato affiancare Hermann Maier al secondo posto dei plurivittoriosi.

97 i centesimi di vantaggio del norvegese, sotto una fittissima nevicata, sull’amico-rivale che vede interrompersi una striscia di cinque slalom vinti consecutivamente, per lui sono 16 le vittorie in Coppa del Mondo, 15 in slalom, 2 a Kitz, la prima nel 2016. Primo meritatissimo podio in carriera per lo svizzero Daniel Yule, terzo a 1”35, è uscito per aver preso una tripla al contrario il secondo della prima manche, l’austriaco Michael Matt, sotto gli occhi basiti del fratello Mario, vincitore qui nel 2000. Quarto il francese Victor Muffat-Jeandet al miglior risultato in carriera in slalom e in rimonta di otto posizioni, così come l’austriaco Manuel Feller, quinto, sesto e settimo due dei lungagnoni del Circo Bianco, lo svizzero Ramon Zenhäusern e Jonathan Nordbotten, prima top ten per l’altro francese Clément Noël, ottavo.

Nono il migliore degli azzurri, Manfred Moelgg, ex-aequo col britannico Dave Ryding che ha rimontato dalla venticinquesima posizione col miglior tempo parziale. Al traguardo altri due azzurri: undicesimo Stefano Gross e ventiduesimo Tommaso Sala. Martedì sera ci sarà la spettacolare Night Race, lo slalom in notturna di Schladming.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA