Martedì 21 Novembre, 15:04
Utenti online: 1326
Jacopo Barbieri
Jacopo Barbieri

foto di Getty Images

Florian Eisath terzo dopo la prima manche del Gigante dell’Alta Badia vinta da Marcel Hirscher

Florian Eisath terzo dopo la prima manche del Gigante dell’Alta Badia vinta da Marcel Hirscher

Miglior tempo per Marcel Hirscher nella prima manche del Gigante dell’Alta Badia. Il leader di Coppa del Mondo precede Mathieu Faivre ed un ottimo Florian Eisath.

Sulla solita impegnativa Gran Risa, Hirscher fa valere tutto il suo talento, ipotecando il sesto podio (su sei gare tecniche) stagionali. Tuttavia la vittoria non sarà semplice da raggiungere. Come sulla Oreiller-Killy, infatti, Mathieu Faivre gli è alle calcagna: soltanto 21 centesimi dividono gli unici due che, sulla carta, si giocheranno il primo posto.

Il terzo infatti è staccato di 81 centesimi, e trattasi di Florian Eisath. L’altoatesino, dopo un inizio di stagione non proprio brillante, disputa un’ottima prova che gli consente di battere mostri sacri della specialità quali Henrik Kristoffersen (quarto) e Felix Neureuther (quinto) e di potersi giocare il primo podio della carriera.

Deludente, per i suoi standard, la prova di Alexis Pinturault, soltanto settimo alle spalle anche di Stefan Luitz, staccato di 1.12 da Hirscher. La top ten provvisoria è completata da Manuel Feller, ottavo, Zan Kranjec, nono, e Andre Myhrer, decimo.

Chi dovrà mangiarsi a lungo le mani è Philipp Schörghofer: l’austriaco si presenta all’ultimo intermedio con il miglior tempo in assoluto prima di commettere un grave errore sulla seconda Gobba del Gatto che lo costringe al ritiro. Fuori, fra gli altri, anche Ted Ligety.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, si qualificano per la seconda manche Luca De Aliprandini quattordicesimo, Roberto Nani sedicesimo e Manfred Mölgg ventunesimo, fuori invece Riccardo Tonetti, Simon Maurberger, Andrea Ballerin ed i fratelli Hannes ed Alex Zingerle.

Clicca qui per la classifica completa

La seconda manche andrà in scena a partire dalle ore 12:30.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA