Giovedì 22 Agosto, 17:23
Utenti online: 771
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di pg fb Hahnenkamm Kitzbuhel

Dominik Paris si prende un'altra gondola nel tempio di Kitz: la cerimonia alla presenza di Neureuther e Buechel

Dominik Paris si prende un'altra gondola nel tempio di Kitz: la cerimonia alla presenza di Neureuther e Buechel

Un appuntamento estivo tradizionale, con il campionissimo azzurro ospite ogni anno... dispari.

Dominik Paris aveva già ricevuto, in occasione delle sue tre precedenti vittorie a Kitzbuehel (2013 e 2017 in discesa, 2015 in super-g), la gondola che viene assegnata al vincitore di ognuna delle gare della stagione precedente nel week-end più atteso dell'anno, quello dell'Hahnenkamm Rennen.

E nella mattinata odierna, il carabiniere della Val d'Ultimo ha così festeggiato il quarto trionfo sulla Streif, nel tempio dello sci mondiale, con la cabinovia n° 45 (la stessa del 2017) ormai diventata “sua” a tutti gli effetti, mentre Josef Ferstl brindava invece alla sua prima vittoria a Kitz, premiato per il successo dello scorso gennaio nel super-g.

E pensare che, in occasione della cerimonia di due anni fa, gli organizzatori sottolinearono le vittorie di “Domme” in anni alterni, prevedendo per lui un nuovo trionfo nel 2019: “Voglio vincere sulla Streif anche nel 2018”, aveva risposto Paris, che ha rispettato invece la “scadenza” ancora una volta.

L'iridato e vincitore della Coppa del Mondo di super-g è stato ricevuto da Sepp Burger, presidente della società che gestisce la cabinovia, Michael Huber (presidente Kitzbuehel Ski Club), il presidente del turismo della zona Signe Reisch e il sindaco Klaus Winkler, ma erano presenti anche due ex campioni che, su quelle gondole, hanno scritto il proprio nome come Felix Neureuther e Marco Buechel.

© RIPRODUZIONE RISERVATA