Questo sito contribuisce alla audience de

Zenere e Platino devono inseguire il duo Hilzinger-Escane: così dopo la 1^ manche del gigante bis di Zinal

Foto di Redazione
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinocoppa europa femminile

Zenere e Platino devono inseguire il duo Hilzinger-Escane: così dopo la 1^ manche del gigante bis di Zinal

Coppa Europa femminile: Asja, in trionfo ieri, è settima a 65 centesimi dalla tedesca, Elisa è subito dietro alla compagna di squadra. Alle 11.00 scatta il primo super-g maschile a Santa Caterina Valfurva.

Un bis più complicato, ma ancora possibile.

E' questo il verdetto per casa Italia e in particolare per Asja Zenere, al termine della manche d'apertura del secondo gigante di Coppa Europa in programma sulle nevi di Zinal.

La vicentina, che 24 ore fa si è regalata il primo successo nel circuito continentale, deve inseguire le due rivali che ieri hanno concluso sul podio alle sue spalle, ovvero Jessica Hilzinger e Doriane Escane che sono prima e seconda a metà gara, divise da appena 7 centesimi. Zenere è settima, partita col pettorale n° 3 rispetto al 15 di gara-1, con 65 centesimi di ritardo e 8 in meno rispetto a Elisa Platino, seconda azzurra in classifica con un buon 8° crono.

Davanti a loro, anche la polacca Luczak, terza a + 0”39, l'austriaca Moerzinger quarta (+ 0”47), una Melanie Meillard che parte col 21 e conferma la sua crescita, piazzandosi 5^ a 6 decimi dopo la rimontona di ieri, e l'altra elvetica Vanessa Kasper sesta a 63 centesimi. Si va invece oltre il secondo di distacco per completare la top ten con le svedesi Loevblom (attenzione ad un'altra sua possibile rimonta) e Bostroem Mussener.

Le altre italiane: ok Ghisalberti, 11esima a 1”21, fuori Beatrice Sola, rientrano nelle trenta Fanti (23^ a 2”03) e Steinmair (28^ a 2”57), niente da fare di nuovo per Insam, che farà comunque la 2^ manche (al via dalle ore 12.30) ripartendo per 37esima, così come Agnelli (44^), Pomarè (46^) e Allemand (53^).

Alle 11.00 scatterà a Santa Caterina Valfurva il primo dei due super-g maschili (domani il bis) sulla “Deborah Compagnoni”, con tanti atleti di livello e alcuni degli stessi azzurri rientrati da Beaver Creek, a partire da Franzoso e Molteni che saranno i primi al cancelletto coi pettorali n° 5 e 6.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
26
Consensi sui social