Questo sito contribuisce alla audience de

Vlhova è davanti anche nella notte di Schladming e vede la coppa, Shiffrin costretta alla rimonta

Vlhova è davanti anche nella notte di Schladming e vede la coppa, Shiffrin costretta alla rimonta
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Vlhova è davanti anche nella notte di Schladming e vede la coppa, Shiffrin costretta alla rimonta

La prima manche dello slalom sulla Planai propone la slovacca sempre al comando: Duerr a 27 centesimi, Holdener e Nullmeyer a 35, la leader della generale a 42, con Liensberger ancora in difficoltà a quasi 8 decimi. Fuori Gisin e Swenn-Larsson; in casa Italia si qualifca solo Anita Gulli, gran 21esima col pettorale 53.

Una “night race” storica per la Coppa del Mondo femminile, nel tempio di Schladming che vede sempre lei, la padrona dello slalom Petra Vlhova, davanti a tutte a metà gara.

Già questa sera, la fuoriclasse slovacca potrebbe vincere la sua seconda sfera di cristallo nella disciplina, visto che le basterebbe un 3° posto, ma l'obiettivo di Petra è semplicemente un altro successo (e sarebbe il sesto in sette slalom di stagione) e magari pure la leadership della generale, anche perchè Mikaela Shiffrin è quinta con 42 centesimi da recuperare, ma comunque vicinissima almeno al secondo posto.

Senza il primo tratto iniziale dedicato agli uomini (che qui gareggeranno il prossimo 25 gennaio), la Planai in versione donne ha regalato una 1^ manche (quella disegnata da Devid Salvadori, tecnico delle azzurre) dalla durata di poco più di 45 secondi. Vlhova, partita con l'1, è stata perfetta e precede di 27 centesimi Lena Duerr, con Holdener e Nullmeyer terze ex aequo a + 0”35, e attenzione alla canadese che sfrutta la sua prima occasione nel secondo sotto gruppo (e il pettorale n° 8) e sogna il primo podio, a maggior ragione con la 2^ manche (al via alle ore 20.45) tracciata dal suo tecnico Manuel Gamper.

Shiffrin, appunto, paga 42 centesimi e ne rifila soli 5 alla connazionale Paula Moltzan, mentre Liensberger è ancora in difficoltà e dovrà inventarsi qualcosa nella seconda, con 79 centesimi di distacco e preceduta pure da una splendida Camille Rast, che rientra dopo il Covid quasi senza allenamento ed è settima (+ 0”75). Fuori Gisin e Swenn-Larsson, entrambe tradite da un'inforcata (per la svizzera è la seconda consecutiva), si va poi oltre il secondo di distacco per completare la top ten, con Holtmann 9^ a 1”02, Aicher (pettorale 27, continua a crescere) 10^ a 1”04 davanti a Sporer, Popovic, Saefvenberg, Pohjolainen (favolosa col n° 54), Mair, Hector e Guest.

Capitolo Italia: nella 2^ manche vedremo solo Anita Gulli, ma che brava la torinese a conquistare la prima qualificazione stagionale, con un parziale iniziale da sogno (poco meno di 9 secondi, è vero, ma il migliore assoluto con 13 centesimi su Vlhova) e alla fine il 21° crono a 1”55, col pettorale 53.

Niente da fare per pochi centesimi per Lara Della Mea, al rientro dopo aver saltato Kranjska Gora, ha mostrato buoni progressi Sophie Mathiou, a meno di mezzo secondo dal pass, con Vera Tschurtschenthaler (prima gara post Covid) invece molto lontana e Marta Rossetti che, di fatto, dice addio alle Olimpiadi uscendo ancora causa inforcata.

 

CLASSIFICA 1^ MANCHE SLALOM FEMMINILE SCHLADMING

 

Petra Vlhova in 45”28

Lena Duerr + 0”27

Ali Nullmeyer + 0”35

Wendy Holdener + 0”35

Mikaela Shiffrin + 0”42

6° Paula Moltzan + 0”49

7° Camille Rast + 0”75

Katharina Liensberger + 0”79

9° Mina Fuerst Holtmann + 1”02

10° Emma Aicher + 1”04

21° Anita Gulli + 1”55

33° Lara Della Mea + 2”16

39° Sophie Mathiou + 2”51

49° Vera Tschurtschenthaler + 3”79

DNF Marta Rossetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA
89
Consensi sui social