Giovedì 21 Marzo, 12:34
Utenti online: 976
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Una febbricitante Petra Vlhova trionfa nello slalom di Flachau, battuta Mikaela Shiffrin!

Una febbricitante Petra Vlhova trionfa nello slalom di Flachau, battuta Mikaela Shiffrin!

Livio Magoni aveva addirittura messo in dubbio la sua presenza nello slalom femminile di Coppa del Mondo di Flachau e invece Petra Vlhova, pur con l’influenza, ha addirittura trionfato!

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

La slovacca per la prima volta in uno slalom di questa stagione ha battuto Mikaela Shiffrin facendo una seconda manche spaziale che l’ha fatta recuperare dalla terza posizione e alla fine ha preceduto la marziana del Colorado di 15 centesimi negandole una serie pazzesca di record, tra cui l’ottavo successo consecutivo nella specialità, come solo Vreni Schneider e Janica Kostelic sono riuscite a fare. Una Shiffrin decisamente arrabbiata per la sconfitta, come lei considera questo secondo posto di fronte a una rivale che si sta dimostrando sempre più solida e grintosa, deve accontentarsi della sua seconda striscia di sette vittorie consecutive in slalom di Coppa in carriera dopo quella inanellata dal 15 febbraio al 29 dicembre 2016. Settimo trionfo in Coppa del Mondo, terzo stagionale in tre gare diverse e quinto in slalom invece per Petra.

Primo podio in Coppa per l’austriaca Katharina Liensberger, terza e staccata di 1”17, che ha beneficiato della squalifica per inforcata della svedese Anna Swenn-Larsson. Quarta la svizzera Wendy Holdener che ha compromesso nella prima manche le chance del 20° podio in Coppa tra le porte strette, quinta la svedese Frida Hansdotter, sesta la tedesca Christina Geiger improvvisamente tornata ad alti livelli, settima la sempre costante svizzera Michelle Gisin, ottava l’austriaca Katharina Truppe, nona la francese Nastasia Noens che torna tra le top ten a un anno dall’identico risultato ottenuto proprio sulla pista dedicata a Hermann Maier, decima la giovane svizzera Aline Danioth, dominatrice a livello giovanile e per la prima volta tra le top ten di Coppa.

Nessuna azzurra è arrivata al traguardo, purtroppo Chiara Costazza, l’unica tra le prime trenta a metà gara, ha inforcato mentre stava probabilmente facendo la sua miglior manche degli ultimi anni. Ora le donne restano in Austria ma si trasferiscono dal Salisburghese al Tirolo per la discesa e il superG di St. Anton am Arlberg del prossimo weekend.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA