Martedì 21 Novembre, 3:55
Utenti online: 304
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Sofia Goggia seconda nel gigante del Sestriere! Solo Tessa Worley la batte

Sofia Goggia seconda nel gigante del Sestriere! Solo Tessa Worley la batte

Per colpa di un grosso errore nella prima manche e di un altro nella seconda (e in entrambe le occasioni ha rischiato di uscire) non arriva l'appuntamento con la prima vittoria in Coppa del Mondo per Sofia Goggia che è comunque straordinaria seconda nel gigante femminile del Sestriere a soli 15 centesimi dalla vincitrice, Tessa Worley.

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

Decimo successo in carriera in Coppa per la francese, tutti tra le porte larghe, e secondo stagionale con tanto di conferma della leadership di specialità, per l'azzurra, che non finisce di stupire, è il quarto podio nelle ultime cinque gare da lei disputate. Per l'Italia è il quinto podio in otto gare femminili, l'ottavo complessivo in quattordici. Come ci diceva l'altro giorno Sofia non ha mai fatto la gara perfetta e non l'ha fatta nemmeno oggi eppure è arrivata vicinissima al colpaccio. Ormai è pronta per farla, questa gara perfetta, perché nella seconda manche si è gestita quasi alla perfezione dimostrando ancora una volta di avere una testa incredibile, peccato per l'errore commesso a metà percorso. Tre le posizioni da lei rimontate nella seconda metà gara esattamente come Worley, le due hanno fatto anche i migliori due tempi parziali con Worley 8 centesimi meglio di Goggia.

Terza a 29 centesimi Lara Gut, la svizzera si avvicina nella classifica generale a soli 8 punti da Mikaela Shiffrin, oggi scesa dal primo al sesto posto nella seconda manche. Non solo ma Goggia è a 51 punti dallo statunitense! E chissà che domani i tecnici non decidano di farla gareggiare anche in slalom pur senza allenamento specifico visto che può partire col numero 31 per aver superato i 500 punti nella World Cup Start List generale. Quarta ma già a un secondo di distacco Tina Weirather che tiene dietro di sé per un solo centesimo Marta Bassino, la cuneese, terza a Sölden e quarta a Killington, scende ancora di un gradino ma resta tra le grandi della specialità. Dopo Shiffrin, come detto sesta, settima la svizzera Simone Wildche migliora l'ottavo posto da lei conquistato 12 mesi fa sempre in gigante a Åre, ottava l'austriaca Stephanie Brunner, nona la slovena Ana Drev e decima la 18enne svizzera Mélanie Meillard che dopo il sesto posto nello slalom di Levi arriva nelle top ten anche in gigante, questo per dire delle potenzialità immense di questa ragazza.

Ventitreesima la tedesca Viktoria Rebensburg, che dopo l'infortunio di inizio stagione è ancora lontana dalla forma migliore specialmente in gigante. Così le altre azzurre arrivate al traguardo: quattordicesima Manuela Moelgg, quindicesima Francesca Marsaglia, diciassettesima Nadia Fanchini, ventiseiesima Irene Curtoni, ventisettesima Elena Curtoni, staccata dalla sorella maggiore di soli 6 centesimi. Domani come detto lo slalom, dove Shiffrin può riallungare su Gut, che sarà in pista, e Goggia.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA