Domenica 19 Maggio, 16:22
Utenti online: 1327
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Mikaela Shiffrin domina lo slalom di Zagabria

Mikaela Shiffrin domina lo slalom di Zagabria

Ancora una volta Mikaela Shiffrin domina uno slalom “vero" di Coppa del Mondo aggiudicandosi per la quarta volta dopo quelle del 2013, 2015 e 2018 sul fondo ghiacciatissimo della collina di Sljeme quello di Zagabria, sua nona vittoria stagionale, quinta in slalom.

Qui il risultato completo e l’analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

1”25 il suo vantaggio nei confronti della slovacca Petra Vlhova, sempre seconda in tutti gli slalom di questa stagione, al 14° podio in slalom e 20° assoluto in Coppa, e 1"75 sulla svizzera Wendy Holdener, 19 podi in slalom per lei senza vittorie, il 28° assoluto, mentre per Mikaela le vittorie in Coppa del Mondo sono 52, 37 in slalom. Questo podio ricalca esattamente quello nello slalom di Semmering del 29 dicembre e quello del parallelo di St. Moritz del 9 dicembre, Wendy è stata sorpassata nella seconda manche da Petra che sul tracciato disegnato dal suo allenatore Livio magoni ha fatto anche il miglior tempo parziale con 9 centesimi su Shiffrin.

Quarta ma già staccata di 2”97 la svedese Frida Hansdotter, quinta la tedesca Christina Geiger che nella seconda parte di gara sotto i riflettori recupera ben sei posizioni ottenendo il suo miglior risultato nella specialità dopo poco più di sette anni, sesta la svedese Anna Swenn-Larsson, settima la svizzera Michelle Gisin rientrata alla grande dopo più di due settimane di gare saltate per stare vicina a suo fratello Marc, ottava la miglior austriaca, Bernadette Schild, sei posizioni recuperate anche per lei, decima l’altra austriaca Katharina Truppe mentre la loro connazionale Katharina Liensberger dopo il settimo posto di metà gara è uscita nella seconda manche. Bravissime le altre due giovani austriache Franziska Gritsch e Chiara Mair, dodicesima e tredicesima alle spalle della canadese Erin Mielzynski.

Tutte e tre le azzurre qualificate tra le migliori trenta della prima manche sono arrivate al traguardo: nona come a Courchevel malgrado una botta al ginocchio sinistro nel riscaldamento mattutino Chiara Costazza, quattordicesima Irene Curtoni, diciassettesima Lara Della Mea che dopo il bel sedicesimo posto di Semmering si conferma rimontando nove posizioni nella seconda manche. Domani lo slalom maschile mentre martedì ci sarà lo slalom femminile in notturna di Flachau.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA