Lunedì 27 Maggio, 10:12
Utenti online: 464
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Lara Gut domina il superG di Garmisch-Partenkirchen

Lara Gut domina il superG di Garmisch-Partenkirchen

Terza vittoria su tre superG femminili di Coppa del Mondo stagionali per Lara Gut che trionfa anche a Garmisch-Partenkirchen.

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

Stavolta alle spalle della 25enne ticinese non c’è Tina Weirather come a Lake Louise e a Val d’Isère bensì una delle giovani emergenti della squadra austriaca, Stephanie Venier, 23enne tirolese seconda a 67 centesimi dalla svizzera, distacco che le vale il primo podio in carriera, Lara invece, con una gara praticamente impeccabile, è alla 22a vittoria in Coppa del Mondo, l'11a in superG, la quarta complessiva stagionale. Weirather stavolta si deve accontentare, tra virgolette, del terzo posto a 86 centesimi, per lei è il 30° podio in Coppa, il quarto stagionale, il 13° in superG, il terzo stagionale.

Nella classifica generale di Coppa Gut si avvicina a Mikaela Shiffrin, il distacco adesso è di 135 punti. Bel quarto posto per un’altra austriaca, Nicole Schmidhofer, staccata di 21 centesimi dal podio, quinta Tessa Worley, la francese eguaglia il suo miglior risultato nella specialità ottenuto a Val d’Isère un mese fa, ottava la svedese Kajsa Kling e nona Lindsey Vonn, bel piazzamento della statunitense al primo superG disputato dopo lo stop per infortunio.

Tante le uscite eccellenti, su tutte quelle della tedesca Viktoria Rebensburg, dell’austriaca Anna Fenninger Veith, che stava andando fortissimo ed era molto vicina alla sua grande amica Lara ma il suo fisico non le permette ancora di restare in un tracciato così difficile, e purtroppo anche Sofia Goggia, che ha infilato una serie impressionante di errori fino a uscire.

E qui apriamo il capitolo Italia: per ora sono tre le azzurre nelle prime dieci: sesta Elena Curtoni che si conferma ad alto livello dopo il terzo posto di Val d'Isère, settima una Federica Brignone sempre più costante e convincente nella velocità e decima una buona Francesca Marsaglia che ieri ha risparmiato la sua anca infortunata in allenamento a San Vigilio disertando saggiamente la discesa, ex-aequo con la romana di San Sicario si è piazzata l'austriaca Ricarda Haaser, nelle prime dieci in tre specialità in questa stagione.

Le altre azzurre: sedicesima Hanna Schnarf, ventinovesima Elena Fanchini, trentacinquesima Verena Stuffer, fuori Marta Bassino, Nicol Delago e Anna Hofer. Martedì ci sarà l’inedito gigante di Plan de Corones che si preannuncia altamente spettacolare.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA