Sabato 21 Settembre, 21:22
Utenti online: 1002
Fabio Poncemi
Fabio Poncemi
Redazione Sport

foto di 2018 Getty Images

Katharina Liensberger non si accontenta: "Cerco sempre di essere la più veloce, migliorare ad ogni gara mi esalta"

Katharina Liensberger domina il secondo gigante di Zinal di Coppa Europa

E' stata una delle rivelazioni della stagione 2018/19, pur tra picchi clamorosi in slalom e qualche errore anche banale.

Katharina Liensberger è ormai una certezza dello slalom mondiale, anche se pure tra le porte larghe del gigante, la giovane austriaca ha già dimostrato di poter fare molto bene.

Parlando a cuore aperto all'ufficio comunicazione della FIS, il talento che ha colto il primo (e sinora unico) podio in carriera lo scorso gennaio, nello slalom di Coppa del Mondo a Flachau con il 3° posto finale (grazie anche alla squalifica di Anna Swenn-Larsson), ha affrontato vari temi sul proprio futuro.

Sento che sto migliorando gara dopo gara – si confessa la 22enne di Feldkirch – e adoro il processo di sviluppo per diventare un'atleta più veloce. Lo sci non è solo una parte della mia vita, mi dona anche entusiasmo e ambizione per ogni giorno a venire. Se lavori con l'atteggiamento giusto, i buoni risultati arrivano specialmente se hai un team come il mio che svolge un ottimo lavoro”.

Non tutto è stato semplice, come la delusione per il 4° posto nello slalom iridato di Are (dopo l'argento ottenuto nel team event). “Sì, è stato difficile da digerire e ovviamente ero triste per il piazzamento, ma ho anche capito che partecipare ad un mondiale a quel livello si trattava già di qualcosa di cui essere grata”.

La pressione in Austria non manca mai, specialmente su una giovane che sta provando a risollevare un settore delle specialità tecniche indubbiamente in difficoltà. Katharina si dice “molto felice che la maggior parte delle persone nel mio paese sia entusiasta dello sci alpino e quindi mostri interesse. Mi piace essere acclamata dai tanti fans che seguono le gare, credo sia un grande riconoscimento per tutti noi. Durante le interviste, cerco semplicemente di essere me stessa dando risposte oneste e mostrando a tutti gli spettatori quanto ami il mio sport”.

La preparazione prosegue e gli obiettivi della giovane del Vorarlberg sono semplici: “Il lavoro estivo è un capitolo molto importante, ma gli allenamenti veri sulla neve cominceranno ad agosto, per proseguire sui ghiacciai vicino a casa in autunno. Sogno di essere la più veloce, è la mia filosofia da quando ho cominciato a sciare, nient'altro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA