Questo sito contribuisce alla audience de

Shyskova, Masters e Yarovyi dominano la prima tappa di Coppa del Mondo IPC

Shyskova, Masters e Yarovyi dominano la prima tappa di Coppa del Mondo IPC
Info foto

Getty Images

IpcMondo IPC - Sci Nordico

Shyskova, Masters e Yarovyi dominano la prima tappa di Coppa del Mondo IPC

Con una lunga settimana di gare nella Finlandia orientale, a Vuokatti, ha preso il via la Coppa del Mondo IPC di Sci Nordico che, come da tradizione, riunisce sotto lo stesso calendario prove di Fondo e di Biathlon.

Nella categoria Visually Impaired, assente la squadra russa negli ultimi anni ai vertici della specialità a seguito del bando deciso dall'IPC per l'affaire doping, la venticinquenne ucraina Oksana Shyskova, tre argenti e un bronzo ai Campionati Mondiali del 2015 dopo  le quattro medaglie di Bronzo - una nel Fondo e tre nel Biathlon - delle Paralimpiadi di Sochi, seconda nella classifica di Coppa di Biathlon nella scorsa stagione, domina la tappa finlandese imponendosi in tutte e cinque le prove in programma oltre che nella Staffetta Mista Sprint sperimentale.

Lo sweep riuscito alla ucraina viene mancato per un soffio, anzi per gli errori al secondo poligono nella 12.5 km di Biathlon dove si è imposta la tedesca Anja Wicker, nella categoria Sitting dalla statunitense Oksana Masters al ritorno sulla neve dopo aver partecipato ai Giochi di Rio nel Ciclismo con il quinto posto nella Cronometro Handbike. Masters non è nuova a escursioni tra le discipline: figlia di Chernobyl con il corpo martoriato dalle radiazioni alle quali fu esposta la madre, abbandonata per sette anni in orfanotrofio in Ucraina venne adottata e si trasferì negli Stati Uniti. La sua prima passione sportiva è stata il Canottaggio nella quale ha vinto una medaglia di Bronzo a Londra 2012 per poi passare allo Sci Nordico con un Argento e un Bronzo a Sochi. Ora Oksana, vincitrice lo scorso anno della Coppa del Mondo di Fondo imponendosi in tutte le gari nelle quali ha partecipato, ha iniziato con una prestazione eccellente la nuova stagione.

In una tappa dominata dall'Ucraina, nella categoria Standing Oleksandra Kononova, diciannovenne prodigio a Vancouver nel 2010 con un Oro nel Fondo confermato dal titolo olimpico nel Biathlon a Sochi, ha iniziato la sua corsa verso una Coppa del Mondo che le è sempre sfuggita. La venticinquenne di Kiev, a Vuokatti si è imposta nelle due gare di Biathlon (la Sprint e l'Individuale) e nella Long Distance di Fondo raccogliendo anche l'Argento nella Short Distance dove è stata preceduta dalla connazionale Liudmyla Liashenko. Nella Sprint la la vittoria è andata alla ventenne giapponese Yurika Abe.

Ancora Ucraina sugli scudi in campo maschile dove nella categoria Sitting Maksym Yarovyi vince tutte tre le gare in programma mentre nel Biathlon il suo connazionale, il diciassettenne Taras Rad, alla terza apparizione in Coppa del Mondo, si impone nell'Individuale e il bielorusso Dzmitry Loban nella Sprint nonostante un errore al poligono.

Nei Visually Impaired inizia bene la stagione del ventiduenne svedese Zebastian Modin, il più giovane partecipante ai Giochi di Vancouver dove ottenne un Bronzo nella Sprint di Fondo seguita da tre medaglie a Sochi, che si impone nella Short Distance e nella Long Distance e chiude al secondo posto la Sprint dietro al veterano canadese Brian McKeever, 10 ori olimpici in carriera e l'atleta andato più vicino a partecipare negli sport invernali sia alle Olimpiadi sia alle Paralimpiadi quando nei Giochi di casa nel 2010 fu convocato anche nella squadra olimpica per partecipare alla 50 km alla quale però non fu iscritto. Partecipò, comunque, nel 2007 a una edizione dei Campionati Mondiali con il ventunesimo posto nella 15 km a tecnica libera. Nel Biathlon, Anatolii Kovalevskyi si impone nella Sprint e Iurii Utkin vince l'Individuale. Ancora due ucraini sul gradino più alto del podio.

Nel Fondo categoria Standing, una vittoria nella Sprint e due quarti posti per l'ucraino Grygorii Vovchynskyi, primo posto nella Short Distance del francese Benjamin Davet e nella Long Distance per l'ucraino Ihor Reptyukh che si impone anche nella Sprint di Biathlon dove nell'Individuale vince il norvegese Nils-Erik Ulset.

 Tutti i podi della tappa di Vuokatti:

Vai ai risultati completi!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social