Questo sito contribuisce alla audience de

Patrick Baumgartner riporta il bob a quattro italiano sul tetto d'Europa!

Patrick Baumgartner riporta il bob a quattro italiano sul tetto d'Europa!
Info foto

FISI/Pentaphoto

Bobibsfsliding #baumgartner #igls #bobitalia

Patrick Baumgartner riporta il bob a quattro italiano sul tetto d'Europa!

A quattro anni di distanza dall'ultimo trionfo azzurro in Coppa Europa, l'Italia del bob a quattro torna a dettare legge nella serie continentale grazie al pilota altoatesino Patrick Baumgartner che grazie al successo odierno ad Igls nell'ultima prova stagionale si è aggiudicato la classifica generale del circuito cadetto.

Il ventiquattrenne portacolori del Gruppo Sportivo delle Fiamme Azzurre quest'oggi accompagnato dai frenatori Mattia Variola, Alex Verginer e Lorenzo Bilotti, non ha avuto rivali stampando in entrambe le manche in programma i migliori riferimenti cronometrici conquistando il secondo successo consecutivo sulla pista che nel 2012 lo aveva incoronato Campione Olimpico Giovanile.

Una pista decisamente congeniale al pilota altoatesino che quest'oggi complice l'opaco quinto posto del capo-classifica Jonas Jannusch ha consentito a Baumgartner di riportare la Coppa Europa di bob a quattro in Italia a 4 anni di distanza dal successo di Simone Bertazzo, ora prezioso tecnico della squadra azzurra.

Un risultato strepitoso se si pensa che il movimento italiano del bob è ripartito praticamente da zero, quando quest'estate Stefano Longo ha preso la carica di consigliere federale con la delega al bob e allo skeleton. Longo è stato il fautore principale del cambiamento mettendo a disposizione del direttore tecnico Omar Sacco un allenatore di comprovata esperienza internazionale quale il tedesco Manuel Machata che coadivato da Simone Bertazzo è riuscito ha impartire una sorta di new deal al sistema italiano.

La nazionale azzurra ha iniziato così un operazione di reclutamento di nuovi bobbisti che ha toccato molte discipline sportive creando le basi per formare un gruppo di lavoro destinato a raccogliere risultati nei prossimi due quadrienni. Per questo motivo la vittoria nella classifica generale di Coppa Europa di Baumgartner è stata accolta come un successo sorprendente ed inaspettato che va comunque a dare una grossa iniezione di fiducia all'intero movimento dopo i deludenti risultati delle scorse stagioni.

Se nel quattro il bob azzurro sembra aver intrappreso il percorso giusto per il rilancio, ci sono ancora alcune inevitabili difficoltà in quello a due. In questa disciplina i tecnici italiani hanno deciso di sviluppare il movimento puntando su tre piloti diversi. Accanto al confermatissimo Baumgartner quest'anno hanno debuttato in veste di piloti gli ex frenatori Costantino Ughi e Mattia Variola che per forza di cose in questa stagione hanno puntato a maturare esperienza in vista degli anni venturi piuttosto che mirare al risultato.

Oltre ai due nuovi piloti lo staff azzurro ha inserito parecchi nuovi frenatori sperimentando diverse combinazioni di equipaggi. Per questo il 22mo posto di Baumgartner-Proserbio, il 23mo posto di Variola-Verginer e il 25mo posto di Ughi-Fierro ad Igls, non vanno considerati in maniera negativa, ma andranno pesati nelle prossime stagioni.

Il new deal impartito da Longo ha riguardato anche il settore femminile che per alcune stagioni era proprio sparito. Ad Igls l'Italia dopo tempo immemore ha schierato due equipaggi femminili portati in gara dalle due pilote Tania Vicenzino e Giada Andreutti e supportate delle debuttanti frenatrici Micol Cattaneo (ostacolista in forza ai Carabinieri) e Giulia Chenet (giavellottista). I due bob a rosa italiani hanno ottenuto un'incoraggiante 10ma e 11ma posizione con Vicenzino-Cattaneo, mentre Andreutti-Chenet sono giunte rispettivamente al 14mo e al 13mo posto.

La Coppa Europa di bob a due maschile e femminile si concluderà tra due settimane sulla pista di Sigulda.

IBSFSLIDING #BAUMGARTNER #IGLS #BOBITALIA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
499
Consensi sui social