Questo sito contribuisce alla audience de

Oltre allo speciale debutto di Simona de Silvestro, tanti azzurri impegnati a livello continentale

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Bobstagione 2023/24

Oltre allo speciale debutto di Simona de Silvestro, tanti azzurri impegnati a livello continentale

Lo scorso week-end ha visto le discipline del budello anticipare i prossimi appuntamenti di Coppa del Mondo. Angel Osakue è sesta nella Coppa Europa di skeleton a Bludenz, tutti i risultati anche di bob e slittino (con la doppietta di Leon Haselrieder in Continental Cup).

La CdM di slittino su pista artificiale scatterà il prossimo week-end negli Stati Uniti, con le gare di venerdì 8 e sabato 9 dicembre a Lake Placid, ma sono già tante le sfide come quelle di Continental Cup (la ex Coppa del Mondo giovani) andate in scena a Winterberg.

In Germania, Leon Haselrieder ha ottenuto ben due successi nel singolo maschile. Nel primo caso mettendosi alle spalle i tedeschi Paul Kunze e Silas Sartor, staccati rispettivamente di 246 e 286 millesimi (quinta piazza per il positivo Manuel Weissensteiner a 368 centesimi, seguito da Philipp Brunner settimo), in gara-2 battendo di quasi mezzo secondo Sartor, con l'austriaco Paul Socher terzo davanti a Philipp Brunner, secondo degli azzurri mentre ha concluso ottavo Manuel Weissensteiner e ventinovesimo Leo Hinteregger.

Nel doppio femminile, la Germania è salita sul gradino più alto del podio con Sarah Pflaume/Lina Peterseim in 52”606 davanti alle austriache Lina Angelika Riedl/Anna Lerch, staccate di 118 millesimi, terza posizione per le azzurre Alexandra Oberstolz e Katharina Sofie Kofler a 153 millesimi. Nel doppio maschile secondo posto per Philipp Brunner Manuel Weissensteiner, battuti solamente di 54 millesimi dai tedeschi Silas Sartor/Liron Raimer, terzo l'altro equipaggio teutonico composto da Louis Gruenbeck/Maximilian Kuehrt a 431 millesimi.

Infine nel singolo femminile, la quarta posizione per Katharina Sofie Kofler, a 85 millesimi dalla tedesca Laura Koch che ha regolato le connazionali Helena Trampe di 23 millesimi e Stella Florschuetz di 46 millesimi. Ottava Alexandra Oberstolz a 390 millesimi dalla vincitrice.

Philipp Brunner e Manuel Weissensteiner hanno poi conquistato un altro secondo posto nel doppio maschile, staccati di 218 millesimi dai tedeschi Sartor/Raimer, primi di nuovo sul budello di casa. Al terzo posto terminano gli altri tedeschi Gruenbeck/Kuehrt a 267 millesimi dai compagni di squadra. Nella gara femminile bis, Alexandra Oberstolz e Katharina Kofler sono quarte a meno di un decimo dal podio, che vede al primo posto le austriache Riedl/Lerch, con il tempo di 52”946, davanti alle due coppie tedesche Bierast/Claus, staccate di 165 millesimi dalle prime e Sauerteig/Puy (+ 0”235), contro i 330 delle giovani azzurre. Alexandra Oberstolz è sesta nel singolo femminile con 663 millesimi di ritardo sulla tedesca Laura Koch, che ha chiuso la gara precedendo altre quattro compagne di squadra. Tredicesimo posto per Katharina Kofler, staccata di 1”234 dalla leader.

 

BOB A LILLEHAMMER

 

Prime giornate di gara per la Coppa Europa di bob in quel di Lillehammer, con il debutto speciale di Simona de Silvestro in casa azzurra, visto che la pilota elvetica, protagonista ai massimi livelli nelle corse motoristiche, ha cominciato la sua avventura con la nazionale fissando l'obiettivo dei Giochi Olimpici di Milano Cortina 2026.

Andando con ordine. Maureen Zimmer ha conquistato il successo nella tappa inaugurale del monobob femminile, con la tedesca che ha completato le due manches con il tempo complessivo di 1'51”95, battendo di appena 4 centesimi la romena Andreea Grecu, terza posizione per la ceca Patricia Tajcnarova a 32 centesimi. Quattordicesima posizione per Simona de Silvestro, unica italiana presente, con un ritardo di 1”59. Nella stessa giornata si è disputata la gara di bob a due maschile, con due equipaggi tedeschi davanti a tutti: Alexander Czudaj/Jorn Wenzel (1'43”38) hanno preceduto di 15 centesimi i compagni di squadra Hans Peter Hannighofer/Henrik Bosse, al terzo posto gli svizzeri Timo Rohner/Dusan Novakovic a 37 centesimi. Decimo posto per l'unico team azzurro schierato, composto da Alex Verginer/Davis Garbo, giunto con un ritardo di 1”43.

In gara-2, 12° posto per la de Silvestro. Il successo è andato all'elvetica Inola Blatty, che ha preceduto la tedesca Maureen Zimmer per 24 centesimi e la belga Kelly Van Petegem per 42. Nel bob a due maschile, Alex Verginer e Alex Pagnini si classificano all'ottavo posto con 1”54 di svantaggio dai vincitori, i tedeschi Czudaj/Wenzel che hanno terminato la gara con il tempo di 1'43”17, davanti agli svizzeri Rohner/Novakovic per 42 centesimi e i compagni di squadra Zern/Schaller (+ 0”49).

Austria sul gradino più alto del podio nel bob a due femminile di Lillehammer; vittoria per Katrin Beierl/Anna Schenk, che hanno realizzato il tempo di 1'47”05, con il quale hanno superato la Svizzera con Debora Annen/Julie Maria Leuenberger a 18 centesimi, terza posizione per le britanniche Adele Nicoll/Kya Placide distanziate di 25 centesimi. Discreta prestazione dell'equipaggio azzurro composto da Simona de Silvestro e Giulia Chenet, ottave a 1”08 con buon margine di miglioramento in fase di spinta, dove hanno pagato rispetto alla concorrenza. In pista anche Noemi Cavallari/Martina Favaretto, giunte al diciassettesimo posto con un ritardo di 3”35.

Nel bob a quattro maschile la Germania si è dimostrata un gradino più in alto rispetto alla concorrenza, con Nico Semmler/Christian Ebert/Felix Dahms/Max Neumann autori di un 1'41”84 che ha messo in riga i connazionali Alexander Czudaj/Hannes Schenk/Bruo Goetzel/Nino Vogel, secondi con un ritardo di 6 centesimi. Ha completato il podio la Romania di Mihai Cristian Tentea/Constantin Dinescu/Mihai Daniel Pacioianu/George Iordache con un distacco di 20 centesimi. Per l'Italia erano al via Alex Verginer/Alex Pagnini/Matteo Storti/Nicola Ceresatto, dodicesimi con 1”67 di ritardo.

 

SKELETON A BLUDENZ

 

Buon sesto posto di Angel Osakue nella prima tappa di Coppa Europa di skeleton, disputata sull'inedita pista di Bludenz, in Austria. L'azzurra, decima a metà gara, ha realizzato il quarto tempo nella seconda masnche, recuperando ben quattro posizioni per un ritardo complessivo di 66 centesimi dalla tedesca Sarah Schwab, vincitrice di giornata in 1'06”29 davanti alle connazionali Hanna Staub (staccata di appena 6 centesimi) e Corinna Leipold, terza a 12 centesimi.

Presenti al via altre due italiane: Alessia Gatti si è piazzata diciassettesima a 2”49 (ma dopo la prima manche era dodicesima), seguita di una posizione da Federica Voghera a 2”83. In campo maschile Pietro Drovanti è andato vicino a conquistare il primo podio della carriera: il pavese ha concluso al quarto posto, ad appena 25 centesimi dalla vittoria e a 6 centesimi dal terzo posto. Il successo è andato al al tedesco Stefan Roettig in 1'04”29, davanti al connazionale Cedric Renner, battuto per 5 centesimi, mentre il cinese Geng Wenqiang è finito terzo a 19 centesimi.

Nell'ordine d'arrivo figurano anche Giovanni Marchetti, quattordicesimo a 95 centesimi e Gabriele Marenchino diciottesimo a 1”37, ritirato Lorenzo Conti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
41
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Le classifiche dopo Aspen: Feller, +169 pt su Strasser e la coppa di slalom può arrivare a Kranjska Gora

Lo slalom sulla Strawpile ha chiuso la lunga trasferta americana composta da cinque gare tecniche: il tirolese, entrando di nuovo in rimonta nella top five, potrà accontentarsi di un 8° posto per brindare già domenica prossima. Meillard è vicinissimo a cogliere l'obiettivo del podio nella generale, in cui Paris rimane 7°. Nella WCSL, Sala finisce sul confine della top 15 persa da Vinatzer, con Amiez sempre più in risalita.