Mercoledì 13 Novembre, 3:35
Utenti online: 53
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

foto di Gettyimages

Italia seconda dietro alla Norvegia nella staffetta mista di Östersund!

Italia seconda dietro alla Norvegia nella staffetta mista di Östersund!

Inizio di stagione superlativo per l'Italia che con il quartetto Vittozzi, Wierer, Windisch e Hofer migliora il terzo posto ottenuto lo scorso anno, nello stesso format in terra svedese! La vittoria è andata alla Norvegia, terza la Germania e quarta una straordinaria Slovacchia. 

In apertura di staffetta l'Italia ha schierato Lisa Vittozzi che ha condotto gara di testa per tutta la frazione, realizzando un percorso netto al poligono e con ottimi tempi di shooting time. Al primo cambio è transitata terza a stretto contatto con la svedese Oeberg e la bielorussa Skardino.

La seconda frazione ha visto in pista molte atlete di primo piano, tra cui la finlandese Makarainen, la norvegese Eckhoff, la slovacca Kuzmina e la stessa Dorothea Wierer. Makarainen ha dimostrato di essere già in ottima forma sugli sci. Il miglior tempo di frazione è stato il suo e la Finlandia è transitata prima a metà gara. Wierer senza errori a terra, ha utilizzato due ricariche nel secondo poligono e poi pagato qualche secondo di ritardo nella parte sciata, chiudendo la frazione in 5a posizione a 20" dalla testa della gara.

A questo punto è iniziato lo show di Dominik Windisch, oggi semplicemente ingiocabile e Mvp della squadra italiana. L'azzurro ha mostrato un'ottima forma sugli sci stretti ed è stato veloce e preciso in entrambe le sessioni di tiro. Con tale prestazione l'Italia si è trovata in testa dopo tre quarti di gara con 23" di vantaggio su Slovacchia e Norvegia, che in terza frazione schierava Johannes Bø e ben 40" sulla Germania. 

Lukas Hofer ha approcciato l'ultima frazione senza fare calcoli e il vantaggio nel corso del primo giro è aumentato leggermene. Le note dolenti sono arrivate nel poligono a terra dove Hofer ha sbagliato quattro volte, l'azzurro è stato dunque costretto a imboccare l'anello di penalità. Svendsen ne ha approfittato per prendere il comando della gara e l'Italia è stata scavalcata anche da Slovacchia e Germania. All'ultimo poligono Svendsen si è presentato con quasi mezzo minuto di vantaggio su Kazar, Peiffer e Hofer. Il norvegese ha però mancato tre bersagli, mentre gli inseguitori hanno dovuto utilizzare tutti una sola ricarica. L'ultimo giro è stato palpitante, con quattro nazioni in gioco per la vittoria. Hofer ha provato in tutti i modi a colmare il gap con il norvegese, staccando sia lo slovacco che il tedesco. Svendsen però ha gestito la situazione con esperienza e nell'ultimo km ha reso vano ogni sforzo dell'italiano, che ha chiuso secondo con 5" di ritardo.

Ottimo inizio di stagione per il team italiano che conquista il podio in un format che il 20 febbraio a Pyeongchang, assegnerà  medaglie olimpiche. Ennesima vittoria del weekend per la Norvegia che nelle discipline nordiche ha avuto un inizio di stagione straripante. Solida prestazione del quartetto tedesco senza Dahlmeier, assente in Svezia a causa di un malanno, ma comunque sul podio. Grande prova della Slovacchia, alla fine 4a. Ha chiuso invece 5a la Svezia, sesta invece la Russia che ha battuto in volata la Francia. Tra le nazioni di vertice, l'Ucraina ha chiuso in 10a posizione, male la Repubblica Ceca 13a. 

Mercoledì la stagione entrerà nel vivo con l'Individuale femminile, giovedì invece toccherà agli uomini.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Neveitalia Sport DB
Statistiche biathlon

Nation: NOR
Status: RET

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: ACT

Nation: ITA
Status: RET