Lunedì 18 Giugno, 15:30
Utenti online: 536
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

foto di 2018 Getty Images

Italia di bronzo nella staffetta mista, oro alla Francia trascinata da Martin Fourcade

Italia di bronzo nella staffetta mista, oro alla Francia trascinata da Martin Fourcade

Il quartetto composto da Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer, Lukas Hofer e Dominik Windisch ha confermato il risultato ottenuto quattro anni fa a Sochi. 

Al lancio l'Italia ha schierato Vittozzi che dopo due poligoni perfetti ha passato il testimone a Dorothea Wierer, con 2" di margine sulla Germania e 7" sulla Francia, tutte le altre nazioni hanno cambiato con oltre 20" di distacco. In seconda frazione l'altoatesina ha dovuto vedersela con Laura Dahlmeier, entrambe hanno fatto percorso netto nella sessione a terra ma hanno poi sbagliato in piedi. La tedesca ha utilizzato una sola ricarica e si è portata in fuga con una ventina di secondi su Wierer, tre volte imprecisa. 

Lukas Hofer ha iniziato la sua prova con 30" da recuperare a Erik Lesser, i due si sono equivalsi sugli sci e hanno commesso un errore a testa nella seconda serie. Nella lotta per le medaglie si sono inserite anche la Francia, grazie a un'ottima frazione di Desthieux e la Norvegia, trascinata da Johannes Boe che ha riportato la sua squadra dalla 10a alla 4a posizione. 

In quarta frazione Peiffer, Windisch, Martin Fourcade e Svendsen si sono giocati le posizioni del podio. Il tedesco ha sperperato il vantaggio che aveva in dote al poligono, commettendo due errori nella prima serie e nella seconda tornata è stato scavalcato dal francese, che con una frazione ai limiti della perfezione ha trascinato la Francia alla medaglia d'oro.

Windisch e Svendsen hanno mancato un bersaglio nella serie a terra e hanno dovuto inseguire ma nel poligono in piedi Peiffer ha completato il disastro e si è dovuto avviare verso l'anello di penalità. Il norvegese ha saputo cogliere al volo l'occasione e si è portato così in seconda posizione, amministrando poi il vantaggio nell'ultima tornata. Windisch invece ha faticato e dopo aver utilizzato un paio di ricariche si è ritrovato appaiato al tedesco. I due sono arrivati insieme all'imbocco del rettilineo d'arrivo, dove però non c'è stata storia e la volata si è risolta a favore dell'Italia

Fuori dal podio dunque la Germania che ha preceduto la Bielorussia 5a, la Finlandia 6a e l'Ucraina 7a. Sono entrate nelle prime dieci posizioni anche la Repubblica Ceca 8a, la Russia 9a e l'Austria 10a.

Per Martin Fourcade è arrivata la 5a medaglia d'oro olimpica che lo porta di diritto nell'Olimpo del biathlon, un risultato costruito grazie anche all'ottima prova degli altri frazionisti, Dorin, Bescond e Desthieux. Argento invece per la Norvegia, in difficoltà con Olsbu e Eckhoff ma poi trascinata sul podio da un'eccellente prestazione di Johannes Boe e dall'esperienza di Emil Hegle Svendsen. Sesta medaglia nella storia dei Giochi Olimpici per il movimento azzurro di biathlon, la seconda nel format.

Giovedì alle 12:15 ora italiana si disputerà la staffetta femminile, dove le italiane potrebbero giocarsi una medaglia, venerdì alla stessa ora è in programma invece la prova maschile

© RIPRODUZIONE RISERVATA