Sabato 23 Marzo, 17:48
Utenti online: 1026
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

Biathlon: Johannes B° imbattibile, Ŕ oro nella Sprint iridata

Biathlon: Johannes B° imbattibile, Ŕ oro nella Sprint iridata

Il fuoriclasse norvegese ha conquistato il secondo oro iridato di questa rassegna e il secondo titolo mondiale nel format. 

Come di consueto Johannes Bø è partito con un ritmo insostenibile per gli avversari e, dopo aver trovato lo "zero" a terra, ha iniziato il secondo giro con 9" di margine sul primo degli inseguitori, il sorprendente tedesco Philipp Nawrath. Con il passare dei chilometri il vantaggio è però cresciuto costantemente, tanto che all'ingresso del secondo poligono è transitato con un errore di margine su tutti i rivali. Nella serie in piedi ha però mancato un bersaglio e così la gara si è riaperta. 

All'uscita dal giro di penalità Johannes Bø è quindi passato in seconda posizione, a 2 decimi da Alexander Loginov, ma nella tornata finale ha inserito le marce alte, involandosi verso il secondo oro in altrettante gare disputate in questi mondiali di Östersund. Alle sue spalle la lotta per le restanti posizioni del podio è stata incerta e combatutta fino alla fine.

Negli ultimi chilometri Loginov si è difeso dalla prepotente rimonta di Quentin Fillon Maillet e Dmytro Pidruchniy, che dopo aver coperto con precisione tutti e dieci i bersagli, nel giro finale hanno tenuto un ottimo ritmo sugli sci. Sul traguardo il russo è riuscito tuttavia a precedere di un paio di secondi il francese, che a sua volta si è messo alle spalle per tre decimi l'ucraino

Buona prova anche per i francesi Simon Desthieux (0+0) 5° e Martin Fourcade (0+0) 6°. Quest'ultimo è stato in lotta per una medaglia fino all'ultima tornata. Dopo essere uscito dal secondo poligono in quarta piazza con 3" di ritardo dal connazionale Fillon Maillet, negli ultimi chilometri non è stato in grado di tenere il passo dei migliori, chiudendo alla fine con 34" dal vincitore. 

E' finito in settima piazza il norvegese Erlend Bjøntegaard (0+0), che ha preceduto i tedeschi Erik Lesser (0+0) 8° e Arnd Peiffer (0+1) 9° e lo svizzero Benjamin Weger (0+0) 10°. Ha chiuso invece 11° il campione del mondo in carica Benedikt Doll, competitivo fino alla serie in piedi, che però anche in questa occasione si è dimostrata essere il suo tallone d'achille. 

Gara da dimenticare per gli italiani, troppo fallosi dalla piazzola. Il "migliore" tra gli azzurri è stato alla fine Dominik Windisch (2+1) 27°. Sono finiti ancora più indietro Thomas Bormolini (1+0) 43°, Lukas Hofer (3+2) 52° e Giuseppe Montello (1+2) 75°.

ę RIPRODUZIONE RISERVATA