Mercoledì 22 Maggio, 11:17
Utenti online: 403
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

foto di 2019 Getty Images

Biathlon: assolo di Denise Herrmann nell'Inseguimento Femminile, 10a Lisa Vittozzi

Biathlon: assolo di Denise Herrmann nell'Inseguimento Femminile, 10a Lisa Vittozzi

La tedesca ha fatto la differenza nella serie conclusiva, dove ha trovato lo "zero". Argento per Tiril Eckhoff che nell'ultimo giro ha raggiunto e scavalcato Laura Dahlmeier

Kuzmina ha impostato la gara su un buon ritmo, guadagnando alcuni secondi sulle prime inseguitrici. Alle sue spalle in seconda posizione si è portata Denise Herrmann, che ha fatto da locomotiva a un gruppo di cinque atlete.

La gara è stata parecchio condizionata dal forte vento, che ha reso molto selettivo il poligono. Kuzmina ha mancato due bersagli nella serie d’apertura ed è scivolata in 7a piazza. In testa alla gara è passato un quartetto composto da Dahlmeier, Brorsson, Tandrevold e Herrmann. Wierer ha commesso un errore ed è rimasta in 9a piazza, mentre Vittozzi ha dovuto percorrere per ben tre volte l’anello di penalità.

Nella seconda tornata Herrmann e Brorsson sono andate all’attacco, staccando di una decina di secondi le compagne di avventura. Al poligono hanno poi trovato lo “zero” e hanno mantenuto intatto il vantaggio su Laura Dahlmeier e Tiril Eckhoff. Tutte le altre, entrate una trentina di secondi più tardi in piazzola, hanno dovuto affrontare una vera e propria bufera e sono fioccati gli errori. Wierer ne ha commessi addirittura quattro, Vittozzi tre.

Mona Brorsson, dopo aver lasciato scappare Herrmann nella terza tornata, è arrivata al poligono con 10” da recuperare, ma a differenza della tedesca (due errori) ha coperto con precisione tutti i bersagli. La svedese è andata quindi in fuga, transitando all’intermedio con oltre mezzo minuto di margine su Dahlmeier.

L’assolo di Brorsson è durato fino alla quarta serie, dove però ha commesso ben quattro errori. Alle sue spalle ne ha approfittato Herrmann, che è riuscita sorprendentemente a centrare tutti i bersagli, involandosi in solitaria verso la medaglia d’oro. Hanno evitato giri di penalità anche Dahlmeier e Eckhoff, uscite dalla piazzola staccate rispettivamente di 22” e 27”.

Nella tornata conclusiva la norvegese ha tenuto un ottimo ritmo, che le ha permesso di ricucire il gap con la tedesca. Le due si sono quindi giocate le restanti posizioni in volata, vinta da Eckhoff negli ultimi cinquanta metri.

Ha chiuso ai piedi del podio Marte Olsbu Røiseland, capace di rimontare dalla 25 a posizione. La norvegese ha battuto nel finale Hanna Öberg, in lotta per una medaglia fino alla serie conclusiva, dove ha però mancato un bersaglio. Alle spalle della svedese si è attestata Anastasiya Kuzmina 6a, che ha preceduto Brorsson 7a, Tandrevold 8a e Pavlova 9a. 

E' riuscita a chiudere in 10a posizione Lisa Vittozzi, in rimonta nella seconda parte di gara. La sappadina ha riconquistato così il pettorale giallo di leader della classifica generale di Coppa del Mondo, dove ora ha 764 punti, 6 in più di Dorothea Wierer, oggi 20a. Le due italiane sono tallonate a breve distanza da Kuzmina e Olsbu, rispettivamente a quota 718 e 699 punti. 

Per quanto riguarda le altre azzurre al via, Federica Sanfilippo ha chiuso 39a, Nicole Gontier 48a

Alle 16:30 prenderà il via la prova maschile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA