Questo sito contribuisce alla audience de

Johannes Boe a caccia di record nella Sprint iridata, ma il pronostico è aperto: si parte alle 17.05

Johannes Boe a caccia di record nella Sprint iridata, ma il pronostico è apertissimo, si parte alle 17.05
BiathlonMondiali Nove Mesto

Johannes Boe a caccia di record nella Sprint iridata, ma il pronostico è aperto: si parte alle 17.05

Alle 17.05 il via dell'attesissima sprint maschile: ai Mondiali di Nove Mesto tra temperature elevate e piogge, previste soprattutto per i prossimi giorni, le condizioni di neve sono complicate e quello dei materiali è un tema... caldissimo. Johannes Boe si presenta al via da campione in carica e con un paio di record pesantissimi nel mirino in caso di vittoria, ma il pronostico non è scontato. L'Italia ci prova con Giacomel (primo al via col numero 2), Bionaz, Hofer e Braunhofer, preferito a Zeni.

Ad Oberhof 2023 Johannes Boe conquistò la medaglia d'oro davanti al fratello Tarjei e a Sturla Holm Laegreid, salendo così a quota tre titoli iridati nel format in carriera. Il norvegese oggi va a caccia del record assoluto di vittorie in prove sprint e di quello di ori mondiali nel format, in entrambi i casi detenuti da Ole Einar Bjoerndalen (4 titoli mondiali e 36 vittorie in gare sprint).

Se un anno fa Boe era nettamente il favorito, a Nove Mesto lo è ugualmente ma con qualche certezza in meno: in stagione non sono ancora arrivate vittorie in questo format e la condizione nella staffetta mista è sembrata molto buona ma non devastante. Ecco quindi che il pronostico è più aperto che mai. 

La squadrone norvegese potrà schierare ben sei atleti, avendo un pettorale in più grazie al campione uscente e uno per avere cinque atleti nella top 15 di Coppa del Mondo. Tutti possono ambire al colpo grosso: Christiansen e Tarjei Boe hanno già vinto in stagione, Laegreid ha raccolto due secondi posti, ma anche Stroemsheim è stato in grado di salire sul podio, Dale invece fa paura sugli sci e potrebbe far saltare il banco.

Dal pronostico non possono però essere esclusi i tedeschi: in primis Benedikt Doll, campione del mondo nel 2017 e vincitore in stagione a Lenzerheide e Oberhof. Per la Germania ci saranno anche Kuehn, Nawrath, che invece si è imposto nella prima stagionale ad Oestersund, e Horn, che ha vinto il ballottaggio con Strelow. In casa Svezia ci si affida più a Ponsiluoma, oro iridato a Pokljuka 2021, che a Samuelsson; mentre la Francia proverà ad emulare quanto fatto con le ragazze. Se Fillon Maillet e Jacquelin sono nel primo gruppo, per vedere Perrot, uno dei migliori sugli sci nella mista, e Claude, bisognerà aspettare la seconda parte di gara.

Il primo azzurro a prendere il via sarà Tommaso Giacomel, migliore carta italiana in ottica medaglie e capace di salire sul podio a Ruhpolding nell'ultima sprint disputata. Per l’Italia ci saranno anche Didier Bionaz, che chiuderà il primo gruppo con il 31, Lukas Hofer (33) e Patrick Braunhofer (76), che è stato preferito ad Elia Zeni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
23
Consensi sui social

Più letti in biathlon

Rimonta clamorosa di Carlotta Gautero nella mass start 60, ecco la prima medaglia azzurra a Otepaa

Rimonta clamorosa di Carlotta Gautero nella mass start 60, ecco la prima medaglia azzurra a Otepaa

Campionati del mondo giovanili di biathlon: la diciottenne cuneese, già strepitosa agli YOG, si tinge di bronzo alle spalle di Merkushyna e Bugeaud. Michele Carollo è quinto nella gara maschile vinta dal norvegese Kalkenberg, al secondo titolo sulle nevi estoni.