Venerdì 24 Novembre, 5:04
Utenti online: 346
Guida ai migliori snowpark italiani
Sofia Marchesini
Sofia Marchesini
Atleta freestyle

Le tipologie di Kicker: Step-Down, Step-Up, Table-top e Fun-Box

Le tipologie di Kicker: Step-Down, Step-Up, Table-top e Fun-Box

Oggi vi andremo a descrivere quattro tipologie di kicker che potrete affrontare e trovare in uno snowpark. Di kicker o salti (in inglese jump), ne esistono di varie forme e misure.

Sono sempre evidenziati per gradi di difficoltà con i colori blu, rosso e nero o con le "size" ad esempio S, M, L, XL quest'ultima solo per gli esperti. 

In un articolo precedente che potete trovare al link, vi avevamo spiegato come si affronta un kicker, studiando le varie fasi si riuscierà a rispettarle e compiere il trick o l'evoluzione in completa sicurezza. Ogni snowpark decide quale tipologia di struttura è meglio utilizzare per la propria conformità del terreno, a seconda della disponibilità di neve e dal livello degli skiers o snowboarders che frequentano il park ma vi ricordiamo che è sempre meglio ricordare alcune regole di sicurezza per la  vostra e degli altri prima di entrare in uno snowpark.

La tipologià più comune è lo Step-Down. Il landing, ovvero la fase che rispecchia la zona di atterraggio è più basso rispetto al kicker, cioè il salto. Si vede spesso anche nei film dei pro-skiers e pro-snowboarder quando viene costruito per saltare in neve fresca. 

Il suo contrario si chiama Step-Up, visto il gap (la distanza) che si crea tra il kicker e il landing aumenta il grado di difficoltà, generalmente questa struttura viene affrontata dai riders e skiers più esperti. Il kicker è posto a un livello più basso del landing in modo tale che l'atleta compia una vera e propria ampia parabola nel salto, è quello dell'immagine principale dell'articolo dello snowpark Seiser Alm-Alpe di Siusi. 

Il Table-top è quella struttura in neve che presenta tra il dente del kicker e il landing uno strato piatto di neve chiamato flat, questa struttura è particolarmente adatta ai principianti per affrontare le prime rotazioni poichè lo strato piatto attutisce i trick sbagliati. La larghezza può variare da 3 a 7 metri, la lunghezza della rampa di entrata da 7 a 9 metri, il flat può variare da 3 a 10 metri e la rampa di atterraggio può essere di circa 8-12 metri e deve sfociare in una zona in cui si possa frenare. Per i riders più esperti invece il Table Top viene costruito in assenza di flat, quindi si crea un gap tra la prima rampa in salita d'entrata e la seconda in discesa il landing, in questo modo la struttura diventa più difficile. 

Una struttura simile è il Fun-Box formato da 3 rampe di entrata e 3 di uscita con un flat centrale di base. La struttura complessivamente è larga dai 5 ai 15 metri. La rampa di entrata principale il flat e la rampa di atterraggio sono strutturate come nel table jump o table top. Vi sono altre due rampe di accesso laterali e due rampe di uscita laterali altrettanto lunghe come la principale. Nelle zone intermedie fra le rampe laterali di entrata e quella principale di entrata si possono inserire altre due zone di accesso. Solitamente questa struttura è utilizzata anche da supporto per rails e box. 

 

Continuate a seguirci a breve vedrete la prossima serie di strutture che potete trovare nello snowpark. Le immagini sono solo render esplicativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA