Mercoledì 22 Novembre, 15:43
Utenti online: 1454
Sapori di Montagna
Maura Riva
Maura Riva
Food Blogger

Trentino Alto Adige: i nuovi stellati della Guida Michelin 2016

Trentino Alto Adige: i nuovi stellati della Guida Michelin 2016

È stata presentata ieri, giovedì 10 dicembre, la nuova edizione della Guida Michelin Italia 2016. Prima della presentazione è stato dato spazio a importanti considerazioni sugli ispettori che giudicano, nel totale anonimato, l'operato degli chef.  La Giuda Michelin è stata pensata come uno strumento utile per tutti i viaggiatori, una fotografia del settore gourmet del nostro paese. Così, i ristoranti segnalati, sono pensati come una deviazione sul percorso, dei luoghi dove vale la pena fermarsi per le nostre papille gustative.

L'edizione 2016 della Guida Michelin Italia presenta 334 ristoranti stellati, 2 nuove nomine con stella doppia e 24 new entry.

Per chi frequenta il Trentino Alto Adige, in inverno o in estate, per sciare o per fare lunghe e piacevoli passeggiate, i motivi per cui deviare il percorso e sedersi a tavola sono ben 27, la maggior parte dei quali in provincia di Bolzano.

Due le new entry con una stella:

Dolce Vita Stube (Naturno, Bolzano) - lo chef Thomas Ebner usa prodotti del territorio, è attento ai sapori della tradizione per creare piatti originali e dal gusto unico. La fantasia in cucina è di certo una delle sue caratteristiche principali, che accompagna una tecnica eccelsa. Tra i piatti della sua cucina potete trovare: salmerino alpino, rapanelli, olio di nocciola e aglio orsino; capretto della val Venosta, dal naso alla coda; fragola nell'aceto ai fiori di sambuco, aglio nero fermentato.

Alpenroyal Gormet (Selva di Val Gardena, Bolzano) - lo chef Mario Porcelli è un giovane talento dell'arte culinaria, creativo e sempre attento alla qualità degli ingredienti che Madre Natura mette a disposizione. I sapori del menu arrivano da varie parti del mondo, senza dimenticare la tradizione. Tra i numerosi piatti che potete assaggiare: guancia di vitello, polenta di Storo, formaggio di malga, zucca, amaranto e zenzero; cervo, rapa rossa, melissa, arancia e funghi cardoncelli.

Doppia stella, invece, per  Gourmetstube Einhorn (Mules, Bolzano), dello chef Peter Girtler. Un'ex stube dell'antica tradizione tedesca che ha scelto la strada del gourmet. Lo chef, conosciuto per la sua creatività, sceglie prodotti insoliti, quasi dimenticati, per creare piatti unici che sono un perfetto mix tra le due culture. Nei suoi menu si possono trovare piatti come: Quaglia & Oca… petto di quaglia tiepido, variazione di fegato d’oca , parfait, palla di neve, gateau , gelato , pastinaca; Salmerino della Val Passiria in crosta di quinoa e verza di Fleres  con fondo di carota verde e finocchio bronzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA