Questo sito contribuisce alla audience de

Per una Moioli commossa la terza Coppa del Mondo è cosa fatta: "Non dovevo neppure esserci"

Foto di Redazione
Info foto

fisi.org

Snowboardcoppa del mondo

Per una Moioli commossa la terza Coppa del Mondo è cosa fatta: "Non dovevo neppure esserci"

La bergamasca dedica a tutti gli italiani il 2° posto odierno, che vale di fatto la sfera di cristallo nello snowboardcross.

Commossa per la gara forse più strana e difficile della sua carriera, nella quale ha sfiorato il successo che le avrebbe garantito già aritmeticamente la terza Coppa del Mondo di snowboardcross.

La sfera di cristallo, però, è ormai cosa fatta per Michela Moioli (sarà sufficiente presentarsi al cancelletto di partenza domenica 15 marzo a Veysonnaz, con le sole 16 migliori atlete della classifica in gara), in lacrime dopo il 2° posto di Sierra Nevada. Sì, perchè in Spagna, l'olimpionica ha rischiato di non esserci a causa della situazione legata al Coronavirus, che ha colpito eccome il suo territorio: “Vorrei dire a tutti gli italiani e ai miei amici di tenere duro, la situazione è difficile ma ne verremo fuori – ha detto la campionessa di Alzano Lombardo – Dedico il risultato a loro e ai miei concittadini”.

Moioli che ha rischiato grosso cadendo, quando si trovava fortunatamente con ampio margine, nella run dei quarti di finale: “E' stato... imbarazzante – sorride Michela – Successivamente le cose sono andate meglio, fino alla big final dove ho provato a sopravanzare Trespeuch. Sono felice, è stata una stagione difficile sin dall'inizio, ancor più complicata nelle ultime settimane, ma sono sempre stata competitiva ai massimi livelli”.

Tanto da cogliere cinque podi in altrettante gare, con il secondo posto quale peggior risultato...

© RIPRODUZIONE RISERVATA
724
Consensi sui social

Snowboardcross Femminile Sierra Nevada (ESP)