Questo sito contribuisce alla audience de

Sì al collegamento tra la Val Comelico e l’Alta Pusteria

impianti collegamento
Veneto

Sì al collegamento tra la Val Comelico e l’Alta Pusteria

Finalmente, quello che poco tempo fa era un sogno, sembra diventare realtà: entro il 2018, se i tempi saranno rispettati, ci sarà un unico collegamento sciistico tra Padola, Valgrande, passo Montecroce Comelico e Alta Val Pusteria.

L’area interessata per la realizzazione del carosello è di 100.000 mq: verrà costruita una cabinovia che percorrerà un tragitto lungo 2 chilometri e 600 metri partendo da Campotrondo e giungendo alla Cima di Colesei da dove partirà una pista di 5 chilometri. Per questo progetto saranno finanziati 6 milioni di euro da parte del fondo Brancher che proprio un anno fa aveva ufficializzato il suo contributo per un totale di 10 milioni.

Certo è che non si può pretendere che i nuovi impianti affrontino e risolvano da soli il problema dello sviluppo del Comelico – ha detto Staunovo Polacco, sindaco di Comelico- . Devono essere accompagnati da altre iniziative, a cominciare da nuovi alberghi e magari anche da nuove terme”.

Il sindaco ha anche riferito che ci sarà un’asta pubblica per la costruzione e gestione dell’impianto, anche se per il momento l’unica società che si è fatta avanti è la Sextner Dolomiti di Sesto.

Già lo scorso 29 novembre è stato realizzato il collegamento tra Monte Elmo e Croda Rossa raggiungendo 93 km di piste da sci collegate tra loro con le nuove cabinovie “Tre Cime” in partenza dalla stazione a valle della pista Signaue, sulla Croda Rossa, e “Orto del Toro” dalla stazione a monte Tre Cime. Gli  appassionati di sci  possono cosi cimentarsi nel “Giro delle Cime”, un meraviglioso tour che parte da Monte Elmo e prosegue poi sulla Croda Rossa e per il Passo Monte Croce raggiungendo la Skiarea Val Comelico per un totale di 30 km di piste da sci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
105
Consensi sui social