Domenica 19 Novembre, 15:09
Utenti online: 1840
Alessandro Genuzio
Alessandro Genuzio

Serracchiani assicura: "Nessun passo indietro sulla telecabina, stiamo aspettando garanzie dai privati"

Serracchiani assicura: 'Nessun passo indietro sulla telecabina stiamo aspettando garanzie dai privati'

C'è molta cautela nelle parole di Debora Serracchiani riguardo il collegamento transfrontaliero Pontebba-Pramollo. Il Presidente della Regione Friuli Venezia-Giulia nel corso della seduta congiunta delle Commissioni II e IV del Consiglio regionale ha ammesso che al momento il progetto sta attraversando una fase delicatissima ma che la Regione non intende abortire l'iniziativa sul nascere.

"Sono importanti le garanzie che tutelino l'investimento pubblico. Dunque nessun arretramento, ma l'attraversamento di una fase delicatissima del procedimento amministrativo che impone un opportuno atteggiamento di cautela e di riserbo", questo il pensiero di Serracchiani chiamata a dare delucidazioni riguardo la fattibilità del progetto Pontebba-Pramollo, ovvero della realizzazione di una funivia che consenta agli sciatori di raggiungere le piste da sci del più grande comprensorio della Carinzia partendo direttamente dal parcheggio della stazione dei treni di Pontebba.

Come si può osservare in questo video-rendering che spiega meglio l'iniziativa, la moderna cabinovia permetterebbe agli appassionati di salire in cima al Monte Madrizze in soli 20 minuti. L'ascesa alla stazione in quota sarebbe intervallata da due stazioni intermedie, Malga Tratter dopo 10 minuti ed Ex-Caserma Finanza dopo 15, dato che dovrebbero venir ricavati circa 8 km di piste con relativi impianti di innevamento sul versante italiano

La Regione ha proseguito la Serracchiani non intende fermare la costruzione di questa grande opera, ma vuole sincerarsi che il soggetto concessionario dell'intervento dia garanzie economiche sulla regolare esecuzione delle opere e sulla continuità delle gestione, su questi aspetti la Regione non intende fare passi indietro.

Non è la prima volta che il progetto Pontebba-Pramollo incontri degli ostacoli nel corso della sua definizione. Negli ultimi anni infatti l'iniziativa fortemente voluta dall'attuale Presidente della Regione ha dovuto fronteggiare diverse problematiche, dapprima il venir meno di alcune garanzie di enti privati e poi la forte crisi economica che ha colpito lo scorso anno la vicina Carinzia, situazioni che fino ad oggi non hanno impedito di sognare la realizzazione del mega-polo transfrontaliero. Sarà così anche questa volta?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimi di Friuli Venezia Giulia