Questo sito contribuisce alla audience de

Collegamento Moena - Soraga - Passo Costalunga, i privati ci credono

panorma dal Passo Costalunga
Info foto

A. Bonorino

Trentino

Collegamento Moena - Soraga - Passo Costalunga, i privati ci credono

Il collegamento impiantistico tra Moena, Soraga e il Passo Costalunga è oggi realmente più vicino.  Non più di un anno fa vedeva la luce in Val di Fassa la "Società di mobilità alternativa" (Sma) proprio con l'obiettivo di favorire la nascita del collegamento e in questi giorni il risultato del lavoro dei tecnici della neonata società è stato presentato negli uffici della Provincia di Trento. La Sma ha fatto uso dello strumento del Project Financing, che consente la localizzazione sul territorio di infrastrutture originariamente non previste dal piano urbanistico, poiché le istituzioni locali puntavano di più sullo sviluppo del collegamento Moena - Lusia - Passo San Pellegrino.

La novità di questi giorni è la discesa in campo, a fianco della Sma, di alcuni colossi dell'imprenditoria locale, dalla Collini Lavori SpA alla Leitner Ropeways SpA, la Misconel Srl, la Sws Engineering SpA e la Technoalpin SpA.  Il progetto presentato è stato così corredato dalla previsione degli impianti, dell'innevamento programmato e completato dallo studio finanziario predisposto da J&B Consulting Srl.  Comprensibile la soddisfazione del presidente della Sma, Marco Pederiva, che sottolinea come ciascuna delle società coinvolte si sia assunta i costi di analisi e progettazione per un totale di 560mila Euro.

Vedremo se nei prossimi giorni le istituzioni trentine decideranno di abbracciare il progetto, oggi supportato anche da uno studio, che punta a dimostrare come il Passo Costalunga risulti più trafficato del Passo San Pellegrino, verso cui l'amministrazione comunale di Moena è intenzionata a rivolgere i maggiori investimenti.  Un intervento di mobilità alternativa sarebbe quindi più giustificato sul versante di Moena in direzione del passo Costalunga, piuttosto che sul versante opposto.
Certo è che se entrambi i progetti venissero realizzati, Moena diventerebbe il fulcro e lo snodo funzionale di un sistema di mobilità alternativa su due direttrici che andrebbero da Falcade, in Veneto, a Nova Levante in Alto Adige, apportando una importante riqualificazione dell'offerta turistica, sia invernale che estiva.

2
Consensi sui social