Martedì 16 Gennaio, 10:24
Utenti online: 2016

Grande novità in Lombardia: arriva la tessera "Pay per use"

Grande novità in Lombardia: arriva la tessera 'Pay per use'

Da quest’inverno nelle stazioni sciistiche della Lombardia sarà introdotta la tessera Pay per use, che prevede il pagamento di quanto effettivamente utilizzato in una giornata sulla neve.

Il costo delle sciate verrà calcolato automaticamente in base a quanto sono stati effettivamente utilizzati gli impianti di risalita. "È la prima regione in Italia che con questo sistema copre la totalità delle località sciistiche sul suo territorio", dice a corriere.it Massimo Fossati, presidente di Anefski Lombardia, l’associazione degli impiantisti. In tutte le 22 stazioni sciistiche della Lombardia sarà possibile ritirare la tessera alla quale verrà associata una carta di credito. Con questa tessera lo sciatore può recarsi nella località che ha scelto e andare direttamente ai tornelli degli impianti senza passare per la biglietteria.

"I tornelli si aprono e lo sciatore può sciare, un giorno, due ore, sei ore, quello che vuole - continua Fossati -. Alla fine della giornata arriverà sulla mail scelta dall’utente al momento della registrazione un resoconto degli impianti utilizzati e la tariffa che è stata applicata, garantendo che sia la migliore disponibile per quell’utilizzo. Per esempio: oggi sei stato ai Piani di Bobbio, sopra Lecco, e hai sciato 4 ore: per 4 ore ti viene addebitata la migliore tariffa e il costo viene prelevato dalla carta di credito. Poi arriva la ricevuta. Ci sono singole stazioni sciistiche che già applicano questo sistema, ma la Lombardia, appunto, applica un solo skipass Pay per use in tutta la regione. Saremo a pieno regime nel corso della stagione, anche se siamo già al 90%. Risparmio sì ma per noi fondamentale è la facilità d’accesso: si arriva e si va direttamente a sciare" conclude Fossati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA