Questo sito contribuisce alla audience de

Flora Tabanelli, la stella del futuro per il freestyle azzurro, entra nel Livigno Team: sognando le Olimpiadi 2026

Foto di Redazione
Info foto

APT Livigno

Freestylela campionessa del futuro

Flora Tabanelli, la stella del futuro per il freestyle azzurro, entra nel Livigno Team: sognando le Olimpiadi 2026

La campionessa del mondo juniores si allenerà presto sulle nevi che ospiteranno le gare dei prossimi Giochi Olimpici, ai quali punta a partecipare dopo aver cominciato la sua avventura in CdM. "Una bellissima opportunità avere il sostegno di una squadra di grande livello".

La famiglia si allarga, in casa Livigno, grazie alla new entry Flora Tabanelli, astro nascente del freestyle azzurro, già protagonista di alcuni importanti exploit sul palcoscenico internazionale. In particolare, la classe 2007 di origini modenesi è stata super protagonista dell'ultima edizione dei Mondiali juniores, andati in scena a Cardrona, in Nuova Zelanda, conquistando il titolo iridato del big air e l'argento nello slopestyle. Flora è uno dei talenti più attesi del prossimo ciclo olimpico, quello che si concluderà sulle nevi livignasche con i Giochi di Milano Cortina 2026.

Dopo gli approcci iniziali con lo sci alpino, la giovanissima entrata nella famiglia del Livigno Team è passata allo snowboard cross, prima di approdare definitivamente allo sci freestyle, dove ha subito messo in mostra delle qualità fuori dal comune. Grande creatività ed eclettismo sono gli elementi principali del suo stile, che le hanno permesso una rapida ascesa all'interno dei ranking di categoria, fino a raggiungere le vette delle classifiche mondiali. Un potenziale enorme, che recentemente ha iniziato a manifestarsi anche agli occhi del grande pubblico, in un percorso di crescita che attende questa promessa, che il 20 novembre scorso ha compiuto appena 16 anni.

La partnership con Livigno, sede delle gare olimpiche di snowboard e di freestyle dei Giochi del 2026, e località da sempre vicina alla cultura del freestyle, rappresenta quindi il naturale punto d'incontro tra l'atleta e le sue ambizioni future, nella convinzione e nella speranza che questo rapporto possa aiutare lei e tutto il movimento a raggiungere gli obiettivi più alti. “Per me è una bellissima opportunità iniziare questa partnership con Livigno, sapendo di avere un team di grande livello che mi sostiene e di poter usufruire di strutture all'avanguardia per la preparazione atletica e l'allenamento invernale in park. È fantastico!

Sarà l'occasione per stringere nuove amicizie e per confrontarmi con gli atleti che fanno parte del team: uno stimolo importante per me. Livigno è una località che conosco bene e mi piace moltissimo frequentare perché ha un grande snowpark di livello internazionale dove si svolgono anche gare importanti per la mia disciplina. Mi piace molto l'idea di esserci ancora più spesso”, queste le parole di un'emozionata Flora, la cui stagione è iniziata con la Coppa del Mondo di Big Air a Coira, e ansiosa di testare la sua “nuova” neve di casa, quella che presto la vedrà grande protagonista in ambito internazionale e che assegnerà le medaglie olimpiche del 2026. Il sogno e l'obiettivo è farsi trovare pronta, ad appena 18 anni, nelle sfide a cinque cerchi che si terranno a Livigno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
13
Consensi sui social

Approfondimenti

Livigno
Informazioni turistiche

Livigno

Livigno, Carosello 3000, Mottolino

Ultimi in freestyle

Deromedis è ancora sul podio, 2° posto in gara-2 a Reiteralm. Tomasoni con qualche rimpianto

Deromedis è ancora sul podio, 2° posto in gara-2 a Reiteralm. Tomasoni con qualche rimpianto

Coppa del Mondo di skicross: prima il derby azzurro in semifinale, poi l'iridato viene battuto solo dal francese Duplessis. Gara femminile alla canadese Phelan, che vince per la prima volta resistendo a Berger Sabbatel.