Mercoledì 22 Novembre, 17:44
Utenti online: 1550
La sicurezza sugli sci prima di tutto!
Valentina Graziosi
Valentina Graziosi
Redazione, produzioni video

L'assicurazione che si acquista con lo skipass, a cosa serve?

biglietteria Ponte di legno Adamello Ski

Il nostro speciale "assicurazione sci e infortuni" sta suscitano interesse, qualche preoccupazione e molte domante.
I commenti che sono arrivati sostanzialmente chiedono spiegazioni e chiarimenti su cosa copra realmente l'assicurazione acquistabile con lo skipass e se, una volta acquistata e pagato il sovrapprezzo del biglietto giornaliero, ci si possa ritenere liberi e esenti da ogni responsabilità in caso di incidente.

Ovviamente no, le cose non stanno così e non sono del tutto semplici.
Intanto occorre subito dire che non esiste una norma univoca a livello nazionale, pertanto la situazione cambia stazione per stazione.  Abbiamo intervistato Sandro Lazzari, il presidente degli esercenti funiviari italiani, che ci ha chiarito la situazione  in questo modo. Ecco l’intervista

Esiste una regola nazionale che impone alle varie stazioni sciistiche di offrire una polizza assicurativa da vendere insieme allo skipass?
Assolutamente no. Non esiste nessun obbligo per le stazioni sciistiche a livello nazionale e ogni località è libera di offrire la possibilità al cliente di stipulare una polizza assicurativa appoggiandosi alla compagnia di assicurazione che più preferisce

Le polizze danno sempre la stessa copertura?
Anche questa volta la risposta è no. Esiste libertà di offerta e di contratti. Si tratta sempre di copertura per responsabilità civile per danni arrecati a terzi (persone o cose), ma nella stragrande maggioranza dei casi, non si ha una copertura per infortuni arrecati a se stessi né una copertura per spese mediche, interventi chirurgici e terapie derivanti da infortunio sugli sci.
In ogni caso spetta al turista-cliente, quando compra lo skipass, informarsi di volta in volta su quale tipo di polizza sia offerta dalla stazione in cui si è recato a sciare e cosa copra realmente e i relativi massimali

Secondo lei è corretto rendere obbligatoria l’assicurazione sci? Cosa pensa della polemica in atto nella regione Piemonte che si è dichiarata favorevole all’obbligatorietà della polizza?
Sono contrario all’obbligatorietà nello sci dell’assicurazione RC per diversi motivi. Per prima cosa mi preme sottolineare che lo sci non è uno sport più pericoloso di altri, non è la sola occasione per avere incidenti o arrecare danni, e in nessun paese dell’arco alpino esistono norme in materia di assicurazione-sci.  Penso che lo sci non dovrebbe avere confini normativi e la scelta della regione Piemonte ha suscitato polemiche proprio per questa ragione. Pensi che uno sciatore che nella stessa giornata varca confini regionali o nazionali potrebbe passare dall’essere ligio al dovere o fuori legge a seconda del versante della montagna in cui si sta muovendo. Altro dato da tenere in considerazione è che molta gente ha già una polizza di assicurazione a prescindere dallo sci. La diffusissima e comune assicurazione del CAPO FAMIGLIA concede la medesima copertura di RC che darebbe la polizza acquistabile con lo skipass. Inoltre, se davvero dovessimo applicare quest’obbligo, i prezzi dei giornalieri salirebbero ulteriormente e ci renderebbero meno competitivi rispetto alle confinanti stazioni francesi o svizzere dove, comunque, l’obbligo non esiste.

Lo sciatore turista che ogni week end sceglie di sciare in stazioni diverse come deve comportarsi?
Può scegliere di stipulare una polizza assicurativa a suo piacimento, che copra al meglio le sue esigenze e il mercato ne propone diverse. Oppure deve, con zelo e pazienza, informarsi di volta in volta a seconda di dove si reca a sciare su quale tipo di assicurazione sia proposta nella stazione scelta ed eventualmente pagare il sovrapprezzo del biglietto giornaliero.

CONCLUSIONI
Attenzione dunque, attualmente non esiste un obbligo all’assicurazione sci, ma per la sicurezza propria e degli altri sciatori sarebbe bene essere assicurati almeno con una polizza Rc o se si preferisce con una polizza a più ampio raggio che copra anche in caso di infortunio ed eventuali spese mediche derivanti.

In caso di scontro sugli sci, di incidente e infortunio, solitamente si apre una trafila burocratica e medica piuttosto lunga e noiosa ed avere la certezza di una copertura assicurativa fa sicuramente comodo. 

Non tutte le stazioni prevedono la possibilità di acquistare con un sovrapprezzo dello skipass un’assicurazione, ma per saperlo bisogna chiedere alle biglietterie volta per volta.