Martedì 18 Dicembre, 23:05
Utenti online: 2049

L'inverno arriva da Est. Nei prossimi giorni Neve e ghiaccio fino in pianura

neve lampione

Nel weekend i venti freddi provenienti dalla Rossia raggiungeranno l'Italia determinando un generale abbassamento delle temperature sopratutto al Nord e sul versante adriatico dell'Italia centrale.   Secondo gli esperti di 3BMeteo.com, già nella giornata di venerdì ci saranno addensamenti sul sull'Appennino ed i primi fenomeni che nella notte porteranno le prime spolverate fino a 1000-1300 m.  Qualche fiocco sarà possibile anche sul Piemonte occidentale sopra i 1000 m.

SABATO - Qualche pioggia o acquazzone sui versanti adriatici centro meridionali, zone ioniche e Sardegna. Qualche rovescio sulla Romagna. Fiocchi di neve sulla dorsale oltre i 900-1400m. Residui fenomeni sul Piemonte Occidentale di tipo nevoso sotto i 1000m. Temperature in calo.

DOMENICA - tempo instabile con qualche pioggia su medio e basso versante Adriatico con qualche pioggia o acquazzone, nonché su Sardegna e Sicilia con fenomeni in movimento verso la Calabria. Altrove in prevalenza asciutto. Temperature in ulteriore diminuzione.

SETTIMANA PROSSIMA (attendibilità minore). Un nuovo e più intenso impulso di aria fredda dall'Europa orientale punterà l'Italia e alimenterà una depressione ad ovest dello Stivale. L'aria fredda affluirà sulle regioni settentrionali e tra lunedì e martedì a ridosso delle Alpi centro-occidentali sono attese nuove nevicate a quote collinari, a tratti anche in pianura sul Piemonte.
Al Centro-Sud l'aria fredda si invorticherà con quella più mite richiamata lungo il bordo destro della depressione e il limite neve risulterà in graduale rialzo.
Il peggioramento nell'Italia centrale inizierà nella serata di lunedì e la neve cadrà dai 900/1200m sull'Appennino  centrale, a quote inferiori su quella emiliana, superiori su quella meridionale.
Martedì neve dai 1000/1300m sulla dorsale centro-settentrionale, a quote molto superiori su quella meridionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA