Martedì 21 Novembre, 22:27
Utenti online: 1571
Vacanze in armonia con l'ambiente e la natura
Andrea Ferretti
Andrea Ferretti
Giornalista, Freerider

Valle d'Aosta, Chamois: immersi nella neve, là dove le auto non arrivano

Chamois, Valle d'Aosta - Vista dall'altiporto

Su uno splendido altipiano posto all’altezza di 1815 metri al cospetto del Cervino, s'adagia Chamois, un caratteristico borgo alpino silenzioso ed incontaminato in cui non circolano auto. Per raggiungerlo, la via più semplice è la funivia che parte dal fondovalle, da Buisson, frazione di Antey Saint André, e che vi ci conduce in 5 minuti. In alternativa è possibile risalire una tortuosa mulattiera che conta 93 curve e 700 metri di dislivello, oppure percorrere uno dei sentieri che vi ci conducono a piedi o in mountain bike, o ancora viaggiare in aereo, dato che il borgo ospita un piccolo altiporto.

Il comune conta soli 96 abitanti ed è l'unico in Italia a non essere raggiungibile in automobile, particolarità che regala pace e serenità a chi vi abita e ai suoi visitatori, in piena armonia con l'ambiente circostante e lontano anni luce dal traffico, dal rumore e dall’inquinamento cui è abituato chi abita in città.

Dalla sua piazzetta - su cui si affacciano il municipio, la chiesa, alcuni negozi e alberghi, le stazioni degli impianti di risalita e la teleferica adibita al trasporto delle merci - si diramano a stella i sentieri che conducono alle varie frazioni, ognuna con la sua fontana in pietra al centro e le caratteristiche case in stile alpino. Durante i mesi estivi, nei dintorni del paese, sono ancora ben visibili i terrazzamenti un tempo adibiti a coltivazioni di segale, patate, fave e ortaggi e oggi destinati al pascolo.

L’inverno a Chamois offre un comprensorio di sci da discesa che conta 4 impianti di risalita e 15 Km di piste, oltre a un baby park composto di due campetti serviti da tapis roulant. Nella località sono inoltre presenti due anelli di sci di fondo, uno nei pressi del borgo e uno al lago di Lod.  Tante sono anche le mete da raggiungere con escursioni sulle ciaspole, per camminare sulle coltri immacolate di neve fresca ed entrare in contatto profondo con la natura, scoprendone gli abitanti.

Chamois è poi l’ideale base di partenza per numerose escursioni di scialpinismo, con itinerari a tutti i livelli. Molto frequentata è per esempio la salita al colle di Nana con proseguimento, per i più esperti, alla Becca Trecaré, o il percorso che dal Colle di Falinère permette di raggiungere Valtournenche.

Il comune partecipa al progetto "Alpine Pearls" che riunisce diverse località delle Alpi impegnate nello sviluppo di un turismo sostenibile tramite iniziative che riguardano la mobilità, la tutela dell'ambiente, la valorizzazione delle produzioni tradizionali e della cultura locale.