Venerdì 24 Novembre, 13:50
Utenti online: 2010

Pneumatici invernali: istruzioni per l’uso

Catene e pneumatici da neve

C'erano una volta le gomme chiodate. Considerate rivoluzionarie rispetto alle tradizionali catene da neve, fecero la loro comparsa negli anni '70 e col passare del tempo hanno costituito sempre di più l'alternativa alle vecchie catene. Oggi, però, questo tipo particolare di pneumatico è stato soppiantato dalle gomme termiche, la cui diffusione ne ha prima frenato, poi stoppato la produzione, tanto che ora la circolazione con gomme chiodate è vietata

Gli pneumatici invernali (questa la denominazione più diffusa delle gomme termiche) si differenziano dalle gomme normali per la composizione della mescola, costituita – nel caso delle gomme invernali – da silice, un materiale che consente allo pneumatico di restare morbido e aderente al suolo anche in presenza di basse temperature e, quindi, di ghiaccio e neve. Altra caratteristica peculiare di questo tipo di pneumatico è la presenza delle cosiddette lamelle, ovvero delle piccole scanalature che attraversano i tasselli del battistrada: in presenza di ghiaccio, esse riscaldano il battistrada e creano una differenza di temperatura fra lo pneumatico e il ghiaccio, determinando un effetto adesivo; se la neve è fresca, invece, le lamelle agiscono a compattare i cristalli di ghiaccio e a far presa sulla strada. Ci sono poi gli incavi, che anch’essi attraversano il battistrada ma sono più ampi e profondi rispetto alle lamelle. Sono gli incavi a determinare il “disegno” dello pneumatico: a freccia oppure a onda.

Gli pneumatici da neve sono indicati a livello internazionale dalla sigla M+S (“Mud and Snow”, ovvero “fango e neve”). Insieme a questa sigla è presente anche il simbolo di una montagna con un fiocco di neve, per indicarne l’adattabilità a strade di montagna. Su tutti i tipi di pneumatici troviamo anche una sigla per la larghezza della gomma in millimetri, l’altezza del fianco in rapporto alla larghezza, il diametro del cerchio in pollici. Per la legge le gomme invernali sono equiparate alle catene, quindi nelle zone in cui quest’ultime sono obbligatorie si possono tranquillamente utilizzare le gomme termiche ed evitare una multa salata. Inoltre le termiche vanno benissimo anche sull’asciutto.

La scelta degli pneumatici è, ovviamente, molto importante. Ne esistono infatti di diversi tipi, a seconda delle condizioni della strada. In caso di molti strati di neve è consigliabile usare gomme più strette, che garantiscono una maggiore aderenza. Se la strada è, invece, più asciutta, meglio optare per pneumatici più larghi. Per ogni tipo di battistrada, poi, è associato un codice di velocità, che corrisponde al limite di velocità da rispettare per quel determinato tipo di gomma. Insieme al codice di velocità è infine indicato il peso massimo sopportato dalla ruota. L’uso di gomme da neve è comunque sconsigliabile per manti nevosi che superino i 20 centimetri; in questi casi, meglio utilizzare le catene da neve tradizionali, che garantiscono una maggiore trazione.